Biagio Izzo al Sistina in “Tutti con me”

0
50
 

Sarà ancora in scena fino al 19 maggio al Sistina lo spettacolo “Tutti con Me” di Bruno Tabacchini e Biagio Izzo con Teresa del Vecchio, Federico Perrotta, Valentina Olla e con la partecipazione de' I Virtuosi di San Martino. Gli autori descrivendo lo spettacolo precisano: “Tutti con me, l’ultimo spettacolo di Bruno Tabacchini e Biagio Izzo, contiene gli ingredienti di una messa in scena, per certi versi innovativa. Contenuti nuovi, forme inusuali: Tutti con me segna un decisivo momento di transizione da una scrittura che privilegiava le modalità e le tecniche della recita musicata e della commedia di costume, ad una drammaturgia dell’io che, scevra di presuntuosi intellettualismi, canalizza nel letto della commedia surreale e paradossale il torrente delle confessioni e patteggiamenti che l’uomo moderno deve necessariamente affrontare per dialogare con gli stimoli profondi della propria psiche.”

Le scene sono di Luigi Ferrigno, i costumi di Graziella Pera, le coreografie di Manolo Casalino, le musiche di Paolo Belli, Alex Britti ed Edoardo Bennato per la regia Claudio Insegno. Biagio Izzo e i  personaggi da lui portati in teatro, al cinema e in televisione,  s’intrecciano con la storia di una giornalista e del direttore responsabile di palcoscenico, entrambi calati dal nulla durante lo spettacolo, in forma di monologo, che Biagio sta tenendo sul palco del teatro dove si esibisce. La donna piombata in scena senza preavviso e con fare sospetto dichiara di dover  realizzare un servizio giornalistico sulla società italiana contemporanea per conto della testata Cultura & Società, il magazine presso cui lavora. Biagio stava introducendo un suo monologo quando se l’è trovata davanti all’improvviso. La sedicente giornalista afferma fra l’altro che il direttore  di palcoscenico sia stato informato del lavoro che deve svolgere e che questi  l’abbia pure autorizzata. Biagio non sapeva nemmeno che ci fosse un direttore responsabile di palcoscenico, ma immediatamente si rende conto di essere al centro di una  situazione al limite del paradossale.

La storia si tinge di giallo quando la giornalista rivela a tutti  il suo volto crudele di spietata killer con missione di uccidere. Appare chiaro anche che il direttore, complice della donna, sia la mente di un piano diabolico. Il braccio e la mente, il gatto e la volpe, Bonnie and Clyde, Diabolik e Eva Kant. E il disegno criminoso? Terrificante! I due  vogliono sopprimere tutti  i personaggi interpretati da Biagio Izzo – Bibì, Assunta, Amedeo, Avana Nove, Valà –  sancendo ogni esecuzione con un inequivocabile messaggio: CANCELLED! Ma chi sono questi sinistri figuri  e soprattutto perché  tanta ostinazione nel portare a termine con incomprensibile accanimento una serie di efferati delitti? Lo scopriremo assistendo allo spettacolo.