Cinema, da domani per una settimana biglietti a soli 3 euro

0
111
 

Al cinema con soli 3 euro: è l'iniziativa del mondo dell'audiovisivo che dal 9 maggio al 16 incluso viene promossa nell'ambito della prima edizione della Festa del Cinema presentata quest'oggi da Anec, Anem, Anica insieme a Acec e Fice. L'obiettivo? Attrarre il pubblico al cinema in un momento in cui i dati dimostrano con segnali sempre più evidenti la tendenza a disertare la sala cinematografica nonostante l'offerta di titoli nazionali ed internazionali.

Sostenuta da diversi protagonisti del cinema italiano – da Lillo ad Emilio Solfrizi, da Luca Miniero a Michele Placido insieme ad altri noti colleghi – ed organizzata da QMI in collaborazione con BNL gruppo BNP Paribas, la Festa del Cinema vuol essere l'occasione per promuovere il cinema ed iniziative ad esso legate come lezioni, laboratori per ragazzi, concorsi, visite, mostre e workshop. Una festa a tutti gli effetti con il nobile scopo di cambiare la percezione e la fruizione del prodotto cinematografico, la cui concentrata uscita nelle sale tra ottobre e febbraio spesso danneggia l'intera filiera.

Proprio il 9 maggio, al cinema Fulgor di Firenze, ci sarà l'anteprima del film ''Mi rifaccio vivo'' di Sergio Rubini alla presenza del regista e del cast. Per il circuito Cinema di Roma, alcune attori tra cui Claudia Gerini e Giancarlo Giannini si improvviseranno cassieri e baristi (tutte le iniziative organizzate dagli esercenti su www.giornaledellospettacolo.it). ''Si possono avere e vedere film di qualità tutto l'anno – ha sottolineato il presidente dell'Anica Riccardo Tozzi – e il nostro augurio è quello di riportare il pubblico in sala in periodi dell'anno solitamente penalizzati''.

La Festa del Cinema nasce infatti sulla scia del successo della Fete du Cinema in Francia giunta alla 28a edizione. Rientreranno nella promozione film attesissimi come ''Il grande Gatsby'', pellicola che aprirà il Festival di Cannes il 15 maggio e che sarà in sala dal giorno successivo. Un primo ed importante passo per un rilancio del cinema in estate e per una stagione cinematografica lunga dodici mesi l'anno. (asca)