Addio ad Anna Proclemer: una vita per il palcoscenico

0
34

È morta l'attrice teatrale e cinematografica Anna Proclemer. Si è spenta nella notte nella sua casa romana: lo ha annunciato sua figlia Antonia Brancati. Il 30 maggio avrebbe compiuto 90 anni.

Nata a Trento nel 1923, Anna Proclemer (talvolta indicata come Anna Vivaldi), debutta per la prima volta all'età di 19 anni in “Nostra Dea” di Massimo Bontempelli con il Teatro dell'Università di Roma.

Durante la guerra recita con il Teatro delle Arti di Anton Giulio Bragaglia, in seguito con la compagnia dell'IDI, la compagnia Pagnani-Cervi e quella di Ricci. Lavora con Vittorio Gassman e Luigi Squarzina al Teatro d'Arte e, ancora, al Piccolo Teatro (Milano) diretta da Giorgio Strehler.

Nel 1946 si sposa con lo scrittore Vitaliano Brancati, che scrive per lei il testo teatrale “La governante” e dal quale si separa poco prima della morte di lui, nel 1954. Insieme hanno una figlia, Antonia.

Protagonista al cinema di una quindicina di film, la Proclemer interpreta successivamente ruoli da non protagonista, ma nel contempo viene scelta da Alberto Lattuada come doppiatrice di Yvonne Sanson in “Il delitto di Giovanni Episcopo”. Doppierà anche Anne Bancroft in “Anna dei miracoli”, interpretandone successivamente il ruolo in una famosa riduzione televisiva andata in onda nel 1968 e più volte replicata.

Nel 1956 inaugura un lungo sodalizio artistico e sentimentale con Giorgio Albertazzi. Proprio al suo fianco è la sua prima apparizione televisiva, tre anni dopo nello sceneggiato televisivo “L'idiota”, cui fanno seguito molte altre, soprattutto in riduzioni di spettacoli teatrali.

Il suo repertorio comprende, fra l'altro, testi di Pirandello, George Bernard Shaw, Lillian Hellman e D'Annunzio. Nel 2011 le è stato assegnato il premio Alabarda d'oro alla carriera per il teatro. (asca)