Associazione Libra 2.0: «Testi in stazioni metro per giornata mondiale del libro»

0
50
 

"In occasione della giornata mondiale del libro patrocinata dall'Unesco per promuovere la lettura, domani, 23 aprile 2013 i libri si trasformeranno in 'Pagine Viaggianti' all’interno delle stazioni Metro di Roma e presso alcune biblioteche romane". Così, in una nota, l' associazione Culturale Libra 2.0. "I mezzi di trasporto, soprattutto la metropolitana, quotidianamente diventano occasione di lettura per migliaia di cittadini romani.

Quale migliore occasione, dunque, per celebrare la giornata mondiale del libro 2013 all’interno delle stazioni metro? Da qui il progetto 'Pagine Viaggianti', realizzato dall’Associazione Culturale Libra 2.0, in collaborazione con Atac S.p.A , Biblioteche di Roma, Centro Culturale Gabriella Ferri, Caffè News Magazine e l’Associazione Cartastraccia. Dalle 8 alle 20 di mercoledì 23 aprile 2013 – prosegue la nota – i cittadini potranno donare e ricevere libri all’interno delle stazioni Metro Santa Maria del Soccorso e Cornelia che per l’occasione diventeranno 'stazioni culturali' e bookcrossing con performance di lettura di autori emergenti come: Donatella Mei, Tommaso Putignano Eva Clesis e Rossana Vesnaver, Angela Iantosca.

Grazie alla collaborazione di Biblioteche di Roma Capitale e del Centro Culturale Gabriella Ferri i cittadini potranno partecipare all’evento 'Pagine Viaggianti' presso la Biblioteca Vaccheria Nardi (via Grotte di Gregna 37) la Biblioteca Cornelia (via Cornelia 45) e il Centro Culturale Gabriella Ferri (via Galantara 7) ed essere allietati dalle letture di autori ed artisti come: Leyla Khalil, Riccardo Pulcini, Bruno Lijoi, Dona Amati, Celeste Borrelli, Vespina Fortuna, Stefano Mancini, Maria Grazia Nardi e Riccardo Pulcini.

Tutti i libri raccolti, selezionati per categorie – continua la nota – saranno destinati a case famiglia e istituti penitenziari, affinché le Pagine Viaggianti possano allietare altri percorsi; perché come afferma Milagros del Corral, direttrice in carica all'Unesco, 'Esistono libri su tutti i temi, per ogni pubblico ed ogni momento. Ma dobbiamo fare in modo che i libri siano disponibili per tutti, dappertutto'".