Boldrini, la rivoluzione della normalità

0
121
 

Mi aveva già colpita dal suo discorso d’insediamento: le sue parole sono suonate nuove, sorprendenti, quasi un atteggiamento rivoluzionario nella sua normalità: un augurio di buon lavoro ai giovani della politica, un saluto alle istituzioni e alle associazioni per cui ha lavorato, un pensiero per i troppi morti senza nome che il nostro Mediterraneo custodisce, un appello a farci carico dell’umiliazione delle donne che subiscono violenza travestita da amore.

Ha svelato l’emozione, nel ricoprire una carica così importante ed impegnativa, scendendo quindi da quel piedistallo a cui eravamo tutti abituati. Sto parlando di Laura Boldrini, classe 1961, prima giornalista, poi portavoce dell’alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati e, dalla scorsa settimana, nostro Presidente della Camera.

Un’altra bella sorpresa è stata la sua intervista, domenica sera da Fabio Fazio a “Che tempo che fa”. Ha argomentato i punti del suo discorso di insediamento mettendo in luce i problemi attuali del paese, puntando su una ripresa basata sul lavoro che secondo lei «è la madre di tutte le emergenze». Non si è risparmiata sul ruolo delle donne: «In Italia ci sarà la ripresa quando la figura femminile sarà centrale. Ma non basta essere donna, ci vuole qualità. Questa è la battaglia culturale da portare avanti. Attualmente soltanto il 52% delle donne lavora e si sa, quando le donne lavorano la produttività aumenta». Poi, finalmente, il tema dell’Europa, tanto caro a Laura Boldrini che da anni difende i diritti degli ultimi a livello nazionale ed internazionale: «Le questioni sociali e di diritto devono essere centrali; l’Europa deve continuare a rappresentare il sogno che era».

A questo punto mi si é aperto un mondo! Ecco una visione nuova dell’Europa: siamo così abituati a vederla come matrigna che ci bacchetta quando ci comportiamo male o quando non facciamo i famosi compiti a casa che ci siamo completamente dimenticati di chi siamo stati! Dall’Europa é partita l’era planetaria: nel 1492 i popoli europei intrapresero la conquista delle Americhe; é stata la culla della cultura mondiale, crocevia dei popoli. Perché oggi non è più al centro del mondo, ma è stata confinata a periferia della storia? Ci ritroviamo a essere declassati dalla stessa America alla quale abbiamo dato i natali che a livello economico ci ha superato, ma che a livello culturale avrebbe ancora tanto da imparare dal nostro vecchio continente. E noi?

Forse dovremmo fare la stessa cosa, ristudiare la nostra storia e utilizzarla per risollevarci dai problemi. Soprattutto dovremmo credere di più in noi stessi e nelle nostre capacità come in questi pochi giorni ci ha spiegato il nuovo Presidente della Camera.

Elisa Isoardi     

È SUCCESSO OGGI...

Controlli di Ferragosto, salgono a 133 gli arresti dei carabinieri

Il Ferragosto è passato e i Carabinieri del Comando Provinciale di Roma stilano un primo bilancio dell’imponente dispositivo di controllo del territorio predisposto per il particolare periodo festivo. Sono stati, infatti, 133 gli arresti eseguiti...

Welfare, Regione Lazio: 162 mln per nuova programmazione servizi

La Giunta Zingaretti ha approvato la delibera annuale di programmazione degli stanziamenti per il sistema regionale dei servizi sociali. Ammontano a 162,3 milioni le risorse complessivamente assegnate ai distretti socio-sanitari del Lazio per l'attuazione...

Roma, ruba nell’appartamento “sbagliato”: nei guai 44enne

Dopo un lungo e faticoso lavoro per smurare una grata, un 44enne di origini moldave, si è reso conto di aver sbagliato appartamento. Il moldavo però non si è perso d’animo e, pur non...

Letture e suoni dedicati a Pio VI nell’evento serale di sabato 19 agosto al...

Un serata all’insegna dell’arte recitativa e musicale quella che si appresta a vivere il pubblico del Museo di Roma Palazzo Braschi. Grazie alla collaborazione con il Teatro di Roma, sabato 19 agosto, in occasione...

Banconote false, arrestati due spacciatori di euro contraffatti

La coppia è stata fermata dai carabinieri di Ronciglione, in Via Tor Tre Teste a Roma, al termine di una complessa indagine. I fermati sono stati trovati in possesso di circa 4.000 euro di...