In estate musei aperti sabato notte

0
29

I musei di Roma rimarranno aperti la notte del sabato per tutto il periodo estivo. Lo annuncia l'assessore alla Cultura Dino Gasperini, in occasione della presentazione di «Roma nascosta», l'iniziativa che dal 27 maggio al 5 giugno apre le porte della Roma archeologica.  Con l'iniziativa «Roma nascosta. Percorsi di archeologia sotterranea» si potranno intanto visitare quaranta siti archeologici normalmente chiusi come i resti dell'Acquedotto Vergine in via Nazareno, concepito per rifornire le Terme di Agrippa e che tuttora alimenta la Fontana di Trevi. Oppure si potrà visitare la Domus Faustae, i cui resti potranno essere ammirati nei sotterranei della sede dell'Inps. La Pontificia Commissione di Archeologia Sacra aprirà al pubblico la Catacomba di Vigna Chiarviglio e le Catacombe di Santa Tecla, recentemente restaurate. Grazie, invece, alla disponibilità della Fondazione Alda Fendi saranno visitabili i resti della Basilica Ulpia in cui possono essere ammirate ampie porzioni della pavimentazione marmorea in giallo antico emerse durante i lavori di ristrutturazione effettuati dalla Fondazione.

Gli appassionati di archeologia possono anche scegliere tra i sotterranei di S.Lorenzo in Lucina, S.Maria in via Lata, SS. Giovanni e Paolo, San Clemente al Laterano, S. Lorenzo in Panisperna, S.Nicola in carcere, S.Cecilia e S. Croce in Gerusalemme. Dalla sovraintendenza comunale, porte aperte anche all'insula di San Paolo alla Regola, al mitreo del Circo Massimo, alla Cisterna delle Sette Sale, all'Auditorium di Mecenate col suo nuovo giardino romano, al Colombario di Pomponio Hylas, ai Fori Imperiali, fino alla villa romana nella pineta di Castel Fusano, già nota come Villa di Plinio.

Nell'ambito del programma, come ha ricordato la soprintendente Moretti, sono stati inseriti anche monumenti dell'area centrale come la Piramide Cestia, il Tempio rettangolare di Portunus e il Tempio Rotondo, le Tombe latine. Grazie alla disponibilità dell'ospedale S.Giovanni addolorata aprono i resti degli Horti di Domizia Lucilla, residenza della madre di Marco Aurelio.   Le aperture con visite guidate saranno gestire dalle associazioni culturali che hanno partecipato al bando di gara pubblico. Costo dell'iniziativa circa 40mila euro, e per quest'anno si stimano 13.000 visitatori contro i 12.000 dello scorso anno. E' consigliabile prenotare subito le mete preferite poichè lo scorso anno, nel giro di due giorni, le visite sono andate subito esaurite. Basti considerare che Palazzo Farnese aprirà i giorni 27, 28, 29 maggio, 2, 4 e 5 giugno, solo dalle 18 alle 19 per gruppi di massimo 15 persone.