Giornata Fai: monumenti aperti a Roma e provincia

0
36

Sarà un fine settimana all’insegna dell’arte quello che, il 26 e 27 marzo, per la 19esima edizione della Giornata Fai di primavera, aprirà gratuitamente le porte dei musei a tutti i cittadini laziali.

Con questo consueto appuntamento che consente di visitare 660 beni culturali in tutta Italia, saranno infatti accessibili, in via straordinaria, 9 monumenti del Lazio, con ingresso a contributo libero e possibilità di iscriversi al Fondo ambiente italiano.

A Roma sara possibilie visitare il Palazzo del Quirinale e alcune sale della Palazzina Gregoriana, normalmente chiuse al pubblico. In via Quattro Fontane, sarà inoltre aperta l'ex sede dell'Ufficio italiano cambi. Dentro il Parco della Rimembranza di Villa Glori si potrà visitare il Casale Cairoli, costruito nel Cinquecento. Inoltre, per la prima volta si potranno ammirare alcune collezioni del Museo Agrario Geologico, un insieme di reperti che costituisce il primo museo dell'Italia unita. Sempre nella Capitale si potranno visitare la casa di Pirandello, dove lo scrittore morì nel 1936, e il dipinto secentesco della Madonna dell'Archetto, dietro la chiesa dei Santissimi Apostoli.  

Appuntamenti importanti anche nella provincia di Roma: sarà allestita a Mentana la mostra "Cimeli d'epoca dal 1848 al 1870", presso il museo nazionale della campagna dell'agro romano per la liberazione di Roma. Nel viterbese, a Soriano nel Cimino, saranno invece aperti al pubblico il complesso architettonico rinascimentale della Fonte Papacqua e l'affaccio su Palazzo Chigi Albani. A Fontechiari. Nel frusinate, sarà infine possibile visitare il Cimitero Napoleonico.  

Questa giornata, ha evidenziato il sottosegretario Giro, rappresenta "una grande occasione per difendere ed esibire tutto il nostro patrimonio culturale a Roma come nelle varie province del Lazio e in tutta Italia. L'iniziativa permetterà a tutte le famiglie di avvicinarsi al nostro patrimonio culturale. Sarà un'opportunità di unirci, al di là di tutte le logiche diparte, in una comune battaglia a difesa del nostro patrimonio nazionale".

Per maggiori informazioni è possibile visitare il sito del Fondo Ambiente Italiano: http://www.giornatafai.it/Home.htm