Basket, Virtus Roma e Acea insieme per una stagione “brillante”

0
85

«Cosa dobbiamo aspettarci dal prossimo campionato? Bisogna resettare la situazione e ripartire da zero. Il risultato dello scorso anno è stato certamente inaspettato. Abbiamo lavorato bene e in maniera costruttiva e abbiamo messo le basi per la nuova squadra».Il presidente della Virtus Roma Claudio Toti fissa i punti su cui impostare la nuova stagione che si presenta importante. Lasciati alle spalle i play off, la formazione romana guarda al futuro.«Sono cambiate molte cose, sono andati via giocatori importanti – ha aggiunto il presidente -, ma credo che il lavoro fatto in estate dal general manager e dallo staff sia valido. Obiettivi? E’ presto per parlarne, bisogna vedere le altre squadre. Di sicuro dobbiamo puntare ad avvicinare la gente a questo sport».E’ pronto a mostrare la sua Virtus Roma l’head coach Luca Dalmonte: «Arrivando qui ho provato sensazioni molteplici: il risultato sportivo dello scorso anno e la situazione di emozione e partecipazione che ne derivano sono un’eredita pesante, ma vogliamo viverla nel modo giusto lavorando in maniera seria e professionale».«Con la squadra – ha spiegato il tecnico – stiamo cercando di costruire un’identità per diventare un gruppo, un gruppo in cui i tifosi possano riconoscersi. Il risultato conta, ma ci vogliono anche passione ed emozione. Dovremo affrontare ogni partita come un’occasione da non sprecare sia in campionato che in coppa».La Virtus avrà sempre come sponsor l’Acea, il presidente Cremonesi e l’ad Paolo Gallo hanno ribadito l’importanza di avere «connubi con le realtà sportive della città». Inoltre l’azienda sta «preparando un intervento sul PalaTiziano, un’illuminazione artistica, un progetto volto alla valorizzazione sia interna che esterna dell’impianto».La prima maglia sarà di colore bianco, la seconda blu, entrambe avranno finiture in rosse e gialle e saranno targate Joma.