Ss Lazio, Klose contro Biglia: un campione del mondo in biancoceleste

L'attaccante tedesco vuole coronare un Mondiale da record, il centrocampista argentino spera nel primo alloro. Ma sarà "sfida" anche nella Santa Sede

0
387
Ss Lazio calcio, ai Mondiali sfida tra Klose e Biglia nella finale tra Germania e Argentina (tedeschi)

C’è una certezza: la Lazio avrà il prossimo anno in squadra un campione del mondo. Resta da vedere se sarà Miro Klose con la sua Germania o Lucas Biglia con l’Argentina, che ieri ha conquistato il pass per la finale battendo ai rigori l’Olanda. E di sicuro un santo padre festeggerà: o sarà il papa in carica Francesco e il papa emerito Benedetto XVI. La loro sarà una domenica di passione. E Roma vivrà quindi in pratica due derby, uno in casa Lazio e uno nella Santa Sede.

DUE FACCE – Le due facce di una stessa medaglia, la Lazio, alla finale Mondiale in Brasile: Miro Klose 36 anni attaccante della Germania, appena eletto marcatore più prolifico nella storia di questa competizione; e Lucas Biglia 28 anni centrocampista dell’Argentina. Per Klose con ogni probabilità questo sarà l’ultimo Mondiale, difficile ipotizzare un suo impiego fra quattro anni, Biglia invece una chance a 32 anni potrebbe ancora averla, ma figuriamoci se questo basterà a fargli tirare i remi in barca. Questa vittoria, come è giusto che sia, la vogliono tutti.

SUL TETTO DEL MONDO – E i due compagni di squadra si sono dati appuntamento a domenica, magari si stringeranno la mano prima di entrare in campo e poi sarà sfida aperta al Maracana, uno uscirà alzando la coppa al cielo, l’altro con una medaglia d’argento che in quel momento saprà di beffa. Di sicuro uno tra Biglia e Klose sarà il sesto giocatore biancoceleste a salire sul tetto del mondo. Klose ci è andato vicino con l’argento nel 2002 e i bronzi nel 2006 e 2010, Biglia con l’Under 20 vinse l’Oro nel 2005 ma questa in ogni caso sarà la sua prima medaglia con la prima squadra, resta da decidere il colore.

REMAKE – Germania e Argentina si erano già incontrate due volte in finale a Messico ’86 e a Italia ’90: in Messico vinse l’Albiceleste di Maradona, in Italia la Germania, e ora a distanza di 24 anni tornano a sfidarsi per il titolo più ambito. Le due nazioni sanno a chi appellarsi per i profani ci sono Muller e Messi, per i sacri papa Bergoglio e papa Ratzinger, per i laziali basta scegliere tra Klose e Biglia. Per ognugno il suo “santo” a cui votarsi.

 

RICEVI TUTTE LE NOTIZIE SULLA SS LAZIO DIRETTAMENTE NELLA TUA EMAIL

[wpmlsubscribe list=”16″]

È SUCCESSO OGGI...

Montanari: «Per tutto agosto pulizia grandi arterie stradali di Roma»

“Continuano per tutto il mese le operazioni di pulizia delle grandi arterie della Capitale iniziate lo scorso 6 agosto sulla via Laurentina. Fino a domani gli operatori di AMA lavoreranno su via Aurelia, poi...

Ladispoli, in piazza Rossellini a tutta musica

Sabato 19 e domenica 20 agosto in piazza Rossellini è di scena la musica con due eventi sponsorizzati da McDonald's. Si inizia il 19 agosto con “Soundtracks”, un concerto, diretto da Franco Pierucci,  in cui...

Tivoli, trovato cadavere carbonizzato in un camper

Macabro ritrovamento alle porte di Roma. Alle prime ore dell'alba all'altezza di via Tiburtina (SR5) 150, a Tivoli è stato rinvenuto il cadavere di un uomo carbonizzato. La scoperta è stata fatta dai Carabinieri durante...

Roma, movida sotto la lente dei carabinieri: arresti e multe salatissime

Non conosce sosta l’attività di prevenzione e controllo svolta dai Carabinieri di Roma nelle zone della cosiddetta Movida. Sono molti, infatti, i servizi orientati nelle zone maggiormente frequentate da chi - romani e turisti –...

Drammatico incidente, i familiari di Romolo Antonio Scardella cercano testimoni

Com’è successo l’incidente stradale costato la vita il 5 agosto scorso a Romolo Antonio Scardella? I familiari dell’anziano, 86 anni, di Roma, lanciano un appello alla ricerca di testimoni, con particolare riferimento a un...