SS Lazio, caso Zarate: Lotito deve pagare 650mila euro

Il club biancoceleste dovrebbe percepire al calciatore un risarcimento per mobbing

0
351

La Lazio è stata condannata in primo grado a pagare 650 mila euro di risarcimento per il caso Mauro Zarate. Parola del procuratore dell’attaccante argentino Luìs Ruzzi, che ha reso nota la sentenza del tribunale ordinario di Roma riguardo il contenzioso tra il club biancoceleste e il calciatore sudamericano, in forze per la squadra capitolina dal 2008 al 2011 e, dopo una parentesi all’Inter, tornato a Roma per la stagione 2012-13.

LE ACCUSE – La società di Claudio Lotito è stata accusata, dall’agente di Zarate, di non aver pagato parte dell’ultimo stipendio del calciatore (da inizio 2013 in Argentina al Velez Sarsfield, dopo un periodo di emarginamento punitivo dalla rosa laziale, imposto proprio da Lotito) e alcune commissioni economiche. Zarate aveva rinunciato a percepire quei soldi a patto di poter tornare a giocare in maniera regolare nella Lazio. Al contrario l’attaccante è stato appunto messo fuori rosa a metà 2012 ed ha intentato alla Lazio una causa per mobbing, prima di firmare il contratto con il Velez Sarsfield. Da lì un’udienza senza accordo, la prima sentenza del collegio arbitrale FIFA (in favore della Lazio) e la rottura del contratto. Con conseguente proseguimento della telenovela giudiziaria.

LA REPLICA – L’avvocato biancoceleste Claudio Gentile ha dichiarato di non aver ricevuto nessun decreto ingiuntivo, in merito alla faccenda, e di voler opporsi a un eventuale condanna al pagamento. Avendo lasciato la rosa, secondo il legale laziale, al calciatore non spetterebbe alcuna cifra di risarcimento.

ZARATE E LA LAZIO – Mauro Zarate ha disputato 104 partite con la maglia della Lazio e realizzato 25 goal. E’ stato acquistato dagli arabi dell’Al Sadd nel 2008 in prestito oneroso (3 milioni) con diritto di riscatto fissato a 17 milioni. Si è distinto per un buon rendimento sul campo, soprattutto nelle prime due stagioni, e per comportamenti spesso fuori dalle righe (ritardi agli allenamenti e comportamenti provocatori).

RICEVI TUTTE LE NOTIZIE SULLA SS LAZIO DIRETTAMENTE NELLA TUA EMAIL

[wpmlsubscribe list=”16″]

È SUCCESSO OGGI...