Ss Lazio, da Genzano una petizione per Biava in Nazionale

I tifosi biancocelesti stanno raccogliendo consensi per vedere il difensore che ha 37 anni con l'Italia di Prandelli

1
278
Ss Lazio, una petizione da Genzano per Giuseppe Biava in Nazionale con Prandelli per i Mondiali

Una maglia biancoceleste che fra qualche mese potrebbe diventare azzurra. Un azzurro intenso, quello della Nazionale italiana. A sognare un posto nella squadra di Prandelli per i prossimi Mondiali in Brasile è Giuseppe Biava, giocatore della Ss Lazio.

LA PETIZIONE – Addirittura come riporta il Corriere della Sera e ora la notizia si sta diffondendo molto anche nella rete, sarebbe partita da Genzano una petizione dopo il match tra Lazio e Juventus. Tante le adesioni da Roma e provincia, ma tanti consensi stanno arrivando anche da altre città italiane e tifosi all’estero. La motivazione? «Non è sposato con veline e non va in discoteca, un esempio e un modello per i giovani, perché grazie a impegno, abnegazione e tanto allenamento è riuscito ad essere uno dei migliori difensori della serie A» è scritto nel testo della petizione.

LE QUALITÀ DEL GIOCATORE – Biava non è un giocatore che ha grande esperienza in campo internazionale, ma sta diventando sempre di più un difensore che dà grande affidabilità a mister Reja, ha dimostrato partita dopo partita di poter contenere calciatori avversari importanti e soprattutto fa parte di una difesa che da gennaio in poi ha incassato solo tre reti. Quanti altri difensori ci sono nel panorama italiano che possono garantire a Prandelli qualità, affidabilità e anche una discreta esperienza?

I RINNOVI – Biava a 37 anni (è nato a Seriate l’8 maggio del 1977) e questa probabilmente per lui è anche l’ultima occasione per partecipare a un grande torneo con l’Italia, ma lui deve anche pensare al rinnovo del contratto con la Lazio. Rinnovi che sono nell’aria per lui e anche per Dias, con cui fa coppia fissa nella difesa centrale biancoceleste, e che riguardano anche Mauri e Klose. Ma mentre il capitano non ha intenzione di spostarsi, il tedesco invece sarà artefice del suo destino. Per Biava e Dias andranno considerati tanti elementi, tra cui l’età, ma Giuseppe sta bene a Roma, sta bene alla Lazio, i problemi alla caviglia e qualche acciacco ormai solo alle spalle ed è pronto a giocarsi le sue ultime carte.

(Foto Tedeschi)

RICEVI TUTTE LE NOTIZIE SULLA SS LAZIO DIRETTAMENTE NELLA TUA EMAIL

[wpmlsubscribe list=”16″]

1 COMMENTO

Comments are closed.

È SUCCESSO OGGI...