Lazio rimandata: dopo i primi mesi di campionato c’è molto da rivedere

Dalla vittoria in Coppa Italia ad ora, Petkovic ha avuto tanti problemi: infortuni, cambi di modulo e giocatori sottotono

0
260
Ss Lazio, Klose arrabbiato durante la gara con il Parma

Centoventiquattro giorni dopo il raduno di Formello dell’otto luglio è tempo di analisi per la Lazio di Petkovic. Dopo i bagordi per la vittoria della Coppa Italia il ritiro estivo era stato all’insegna dei festeggiamenti e dei proclami.

Il 18 agosto nella finale di Supercoppa Italiana contro la Juventus, persa nettamente per 4-0, arrivava la prima doccia gelata che riportava sulla terra tifosi, giocatori e dirigenza. Il mancato arrivo di Yilmaz, giocatore indicato come colui che poteva far fare il salto di qualità alla squadra, e la sconfitta per 4-1 sempre contro la Juventus, stavolta in campionato, ha mandato in tilt tutti i piani e i programmi dell’ambiente biancoceleste.

I primi mesi del campionato della seconda Lazio di Petkovic è trascorsa con molti più bassi che alti. Gli infortuni in successione e i vari moduli a cui il tecnico boscniaco è dovuto ricorrere per sopperire all’emergenza hanno un po’ trasformato il volto di una squadra che nella scorsa stagione aveva incantato impensierendo, fino a febbraio, l’armata bianconera guidata da Conte.

Hernanes e Klose sembrano i fratelli rispetto ai calciatori della passata annata, discorso simile per Gonzalez e Ledesma e quando quattro big stentano ne risente tutta la squadra. Soprattutto se a tutto ciò si somma la squalifica di Mauri e il non perfetto inserimento dei nuovi arrivati (Novaretti, Biglia e Felipe Anderson su tutti).

C’è anche del buono nella Lazio 2013/14 come l’esplosione di Onazi che ha conquistato sul campo la maglia da titolare ed è sempre tra i migliori in campo. La sorpresa Perea che si è inserito e integrato al meglio con il calcio italiano. Il rilancio di Cavanda, nonostante qualche errore difensivo di troppo, e la piacevole scoperta Pereirinha sono le altre note positive di una prima parte di stagione avara di soddisfazioni.

Capitolo a parte merita, invece, Keita Balde Diao. Il 18enne ex Barcellona è ormai aggregato alla prima squadra e nelle ultime due sfide da titolare ha incantato con una rete e due assist. Il futuro è suo, ma la Lazio si affida a lui per allontanare con le sue magie un presente fatto di troppi grigi.

(Foto Roberto Tedeschi)

RICEVI TUTTE LE NOTIZIE SULLA SS LAZIO DIRETTAMENTE NELLA TUA EMAIL

[wpmlsubscribe list=”16″]

È SUCCESSO OGGI...

Cotral, CdA delibera gara per 400 nuovi bus in quattro anni

Il Cda di Cotral ha deliberato l’indizione di una gara per l’affidamento mediante accordo quadro della fornitura di 400 nuovi bus 12 metri e 12 metri low entry in 4 anni. Il primo contratto...

Droga, controlli da Portuense a Tor Bella: tre arresti

5 piante di marijuana in piena fioritura, un flacone di reagenti per analisi, cartine, bustine in cellophane, un trinciatore per tabacco, numerose confezioni di fertilizzante, oltre a terriccio, già concimato e pronto per l'invasamento....
lago di bracciano

Colpito da un grosso tronco in via dei Laghi: è grave

Incidente sul lavoro stamattina in via dei Laghi dove un operaio straniero è stato colpito da un grosso tronco. L’albero era poggiato su un camion, la vittima sarebbe rimasta schiacciata dal peso e dall’impatto contro...

La candidata Lombardi e il consigliere Barillari uniti nelle lotta… a pranzo

Che ci facevano a pranzo insieme la neo candidata alla carica di presidente della Regione Lazio Roberta Lombardi e il consigliere Davide Barillari, di recente sconfitto propria dalla Lombardi nelle legionarie indette dal Movimento 5...

San Vito Romano, spaccio e furti: 3 arresti

I Carabinieri della Stazione di San Vito Romano hanno svolto specifici servizi nel territorio di competenza per contrastare il fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti e prevenire i furti in abitazione nel territorio di...