Petkovic contro Allegri: «Espugnamo San Siro»

Il tecnico della Ss Lazio per la sfida di San Siro stuzzica Hernanes: «Tutti devono dare il cento per cento»

0
261
Ss Lazio, Candreva miglior marcatore dei biancocelesti. Anche lui dovrà provare a fermare Cerci del Torino

«Alla Lazio sono tutti dei big, devono sentirsi tutti dei big e devono anche dimostrarlo sul campo. Chi nelle scorse stagioni ha dimostrato un livello più alto deve dare un supporto al resto della squadra, è necessario per vincere a Milano e faremo di tutto per portare a casa tre punti. Dovremo essere aggressivi, giocare alti e non lasciare a loro l’iniziativa».

Questo il diktat di Vladimir Petkovic nella conferenza stampa della vigilia del match contro il Milan. La Lazio cerca conferme dopo la vittoria per 2-0 contro il Cagliari per allontanare definitivamente la crisi. Di fronte ci sarà una squadra ferita che ieri ha protestato per gli episodi di Parma, ma il tecnico bosniaco non ha paura che questo possa influire.

«Se vi ricordate l’ultima partita a Milano della Lazio – spiega il tecnico -, quell’espulsione… Non andiamo con le mani avanti, non cerchiamo alibi, io mi fido del buon senso degli arbitri in Italia, si può sbagliare. Ma non penso ci saranno errori durante la partita per poi doverne riparlare a posteriori».

Il mister dovrà fare i conti ancora con l’infermeria che si è arricchita di tre giocatori. Biglia, Crecco e Novaretti salteranno il match e si vanno ad aggiungere a Dias, Biava e Lulic, mentre potrebbe tornare Konko.

A San Siro dovrebbe rientrare dall’inizio Hernanes, rimasto in panchina contro i rossoblu. L’allenatore ha stuzzicato il brasiliano: «In questo momento era stanco, arrivando dalla Nazionale, e con una pausa può tornare su questi livelli, ci vuole aiuto da parte di tutta la squadra e non è lontano. Tutti e anche lui devono dare il 100% perché la squadra con i risultati può risolvere anche i problemi personali».

Il Profeta è forse alla sua ultima chance per dimostrare di pensare ancora ai capitolini e non solo ai Mondiali con il Brasile. Partiranno dall’inizio anche Ledesma e Klose. Il tedesco è tornato ai livelli stellari di fine 2012 e sogna di ripetere la magia dell’agosto del 2011 quando con una magia non lasciò scampo ad Abbiati e fece innamorare di lui i tifosi capitolini.

(Foto Roberto Tedeschi)

È SUCCESSO OGGI...