Klose osannato, ma la vittoria non dà fiducia. La Roma è da guinness

0
104

Qui Lazio
I biancocelesti sono tornati alla vittoria. Un successo che se da una parte rende orgogliosi i tifosi, dall’altra non scioglie proprio tutte le preoccupazioni.

CarloSsl sottolinea in un forum: «Prendiamoci i tre punti che fanno classifica e morale, ma per ora resto sfiduciato». Preoccupato anche Fili 92: «Tre punti pesantissimi ma ancora dobbiamo migliorare tanto».

E mentre Aquilotto91 sprona a «ripartire da questi tre punti» e guarda al futuro con più fiducia, si fa sentire anche la componente femminile della tifoseria biancoceleste.

«Bisogna essere accanto alla squadra, è una vita che lo sostengo» scrive Silvia su Facebook, e Marika le fa eco: «Sto senza voce e ho un gran mal di gola per quanto ho urlato e cantato, come sempre il mio amore per questa squadra non conosce limiti». Pronto a giurare amore eterno alla Lazio anche Giovanni: «Io ci sarò sempre in salute e in malattia».

Fra tutti i giocatori quello ad essere osannato dalla tifoseria è Miro Klose. Gilberto scrive: «Uno come lui lo farei giocare sempre, ieri ci ha fatto vincere… campione vero!». Stesso concetto ribadito da Marcolino90 che aggiunge «fa la differenza» e da Unitisivince che fa un paragone “mangereccio”: «Conservati sano e bello, che come al solito ce servi come il pane».

E infine Simona prende in giro i cugini: «Non è vero che la Roma che vince sempre non serve a niente… almeno così i romanisti hanno imparato la tabellina del tre».


Qui Roma

Il popolo giallorosso continua a vivere un sogno. I social network si riempiono di complimenti ed elogi per la squadra, Grazie Roma scrive in dialetto romanesco: «Dove andiamo andiamo maciniamo asfartamo demolimo sconfiggiamo umiliamo tutti l’avversari, co’ sta Roma non ce so’ rivali».

E Franco mette sul podio il tecnico francese: «Almeno adesso spero che tutti quelli che non credevano in Rudi Garcia abbiano il buon senso di stare zitti, grande Rudi facci sognare».

Grande fiducia di Toni nei mezzi della squadra giallorossa: «Secondo me la Roma continuerà così, ormai è assodato! Non vinci 9 partite per caso… significa che la testa c’è… poi un pizzico di buona sorte non guasta, e quando vinci prendi convinzione e consapevolezza, quindi sarà difficile fermarla».

Il pensiero di Sergio segue la stessa scia: «E’ tanto tempo che non vedevo una squadra con tanto sacrificio… è bello vedere giocare la Roma così, grazie di tutto Mr Garcia, da quando è venuto a Roma, il gioco è cambiato e … nessuno ha più fame di noi».

Tiberio avvisa i prossimi avversari: «Adesso, pensiamo solo alla prossima partita, attento Chievo, arriva la capolista». E lo stesso fa Stefano: «Dobbiamo stare concentrati anche se giochiamo in casa con il fanalino di coda Chievo».

I tifosi giallorossi sono preoccupati per le condizioni di Totti e Gervinho e aspettano notizie confortanti sui loro rientri. Un messaggio ai cugini laziali lo manda invece Giuliano: «A noi Guinness, a loro na’ biretta!».