La rabbia: «Petkovic vattene». Lo sfottò: «-13? L’era Glaziale»

0
142

Qui Lazio
Un coro unanime quello dei tifosi biancocelesti: «Petkovic vattene». Dopo un altro ko, questa volta in trasferta contro l’Atalanta, gli ultrà della Lazio non perdonano il tecnico bosniaco e gli chiedono di lasciare la panchina.

Andrea commenta: «Vattene pseudo mister» e antonio rincara la dose «vatteneeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee». Francesco sottolinea che «non centra l’allenatore che aveva capito che potevamo farcela a vince a bergamo», ma Giacomo ribadisce: «Il sig. Pektovic non ha mai dato un gioco alla squadra, quindi lui è uno degli artefici della disfatta insieme ad alcuni giocatori che passeggiano in mezzo al campo».

Ma altri tifosi danno le colpe di questo “momento no” a Lotito e Tare. Per Matteo: «La società è il problema, ma l’allenatore sono 6 mesi che non riesce a dare un gioco alla squadra».

Gianluigi scrive su facebook che «il problema a priori sia Lotito non c’è dubbio, assenza di pianificazione, assenza di strategia, non si sa da anni quali siano gli obiettivi della società, al di là del suo guadagno».Su un forum Albiceleste non esenta la squadra da responsabilità: «Non sono gruppo, non si vede un leader… non sanno che vogliono».

 

Qui Roma
Gode la metà giallorossa della capitale, e non solo per il primato in classifica della Roma, la vittoria sul Napoli e un +5 in classifica che sa di mini-fuga. I tifosi della “Magica” si divertono a prendere in giro i cugini della Lazio, che vivono un periodo decisamente complicato, ma non risparmiano nemmeno Juventus e Inter.

Giuliano cala il tris in romanesco: «Napoli, Inter e Lazie affondate e mo chi tifeno?». Sulle bacheche dei vari gruppi di Facebook gli ultrà si sbizzarriscono con fotomontaggi: «-13? Brr che freddo», e ancora «-13 l’era Glaziale».

E poi battute a non finire sul pullman che ha lasciato la Lazio a piedi. Oreste fa invece il meteorologo: «Il clima nel Lazio presenta una fortissima escursione termica: + 24°C a Trigoria, – 13°C a Formello!». Molti “attaccano” anche  Conte: «Antipatico quando vince e quando perde».

Giuseppe rimarca la forza della Roma: «Questa squadra è grande! Ora abbiamo un traguardo al quale guardare con fiducia e di cui discutere con serenità (…) Finalmente siamo arrivati a livelli sublimi!». E poi Marcello dà un appuntamento a tutti: «Buongiorno ai tifosi “capolisti”.. Belli come er sole, invadiamo Udine».