Lo sport e la festa della donna: iniziative contro la violenza

0
423
La campagna di Intervita sui campi di calcio di serie A, il corso di autodifesa femminile dell'Us Acli Roma e gli eventi dell'Uisp

Per una volta abbandoniamo le classiche cinque domande a un personaggio famoso per fare i cinque punti su una questione importante attraverso lo sport e l’iniziative per l’8 marzo. E non solo perchè è la festa della donna, ma perchè c’è la volontà di far passare un messaggio oggi e per tutti i giorni dell’anno.

LA LEGA CALCIO CON INTERVITA – La Serie A sostiene la campagna “Le parole non bastano più” contro la violenza sulle donne. Così sabato e domenica sui campi di calcio verrà promosso l’appello di Intervita Onlus per fermare ogni atto di violenza contro le donne, che spesso non denunciano l’abuso (una su tre). Per sostenere l’associazione si può mandare un sms o chiamare il 45508 e donare un minimo di 2 euro. L’invito degli speaker degli stadi, striscioni e bambini per accompagnare le squadre in campo.

I DATI E L’OBIETTIVO – Le statistiche purtroppo oggi parlano di una donna uccisa ogni 3 giorni solo in Italia, spesso da un compagno, da un ex o da un familiare. I casi di stalking sono oltre 25 al giorno. Numeri che non possono lasciare indifferenti. L’obiettivo della campagna di Intervita è garantire tre sportelli di assistenza psicologia h24 nei Pronto Soccorso.

L’IMPORTANZA DELLO SPORT – L’attività sportiva non solo permette un valido aiuto a livello fisico ma anche psicologico. Permette alle donne di reagire e di difendersi, di essere più forti sotto ogni punto di vista. Ed è in questo contesto che la “Difesa in rosa”, il corso gratuito promosso dall’Unione Sportiva delle Acli – Roma, diventa fondamentale. Permette alle donne di acquisire sicurezza e autodifesa femminile.

Il corso partirà il 18 marzo presso il centro sportivo Marco Magnani in via Giuseppe Gregoraci (zona Romanina) con il patrocinio del Coni – Comitato Regionale Lazio e dell’assessorato alla Qualità della vita, Sport e benessere di Roma Capitale, e si rivolge a donne di tutte le età. Gli insegnanti saranno i campioni di judo Marco Caso e Mauro Pontani che forniranno alle partecipanti consigli pratici di prevenzione, tecniche di autodifesa con i piedi e a terra,  strumenti di autodifesa e finalizzazione dei colpi. Per le iscrizioni e per le informazioni si può: visitare il sito www.usacliroma.it o telefonare allo 06/5780079.

ACLI ROMA DALLA PARTE DELLA DONNA – «Abbiamo pensato – spiega Luca Serangeli, presidente dell’Us Acli di Roma, un ente di promozione sportiva riconosciuto dal Coni – di offrire a tutte le donne di Roma in occasione dell’8 marzo questo corso che rappresenta un’occasione per prevenire aggressioni e atti violenti. Purtroppo abbiamo assistito negli ultimi anni al moltiplicarsi di eventi luttuosi che hanno colpito le donne e per questo credo che Difesa in rosa possa essere l’occasione anche di riscatto per l’universo femminile».

UISP IN PROVINCIA – I diritti delle donne, non solo l’8 marzo è invece il messaggio che lancia l’Uisp-Unione Italiana Sport, attraverso una serie di iniziative in tutta l’Italia durante questo weekend. Nel corso dei vari eventi verrà distribuita la Carta europea dei diritti delle donne nello sport, promossa proprio dall’Uisp. Tra le iniziative organizzate domenica al Palasport di Colonna, in provincia di Roma, dalle 9 si terrà il “Torneo di pallavolo femminile” e nel pomeriggio “Cinture Rosa”, un’esibizione di arti marziali.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI CINQUE QUOTIDIANO

[wpmlsubscribe list=”9″]