As Roma, col Bayern ecco cosa c’è da salvare. Arrivederci a Monaco

Garcia si prende la responsabilità del ko, elogia i tifosi e guarda al match con la Sampdoria. Per Guardiola è solo un «incidente». Le parole di Benatia e del suo agente

0
245
As Roma-Bayern Monaco, champons league da incubo

Roma-Bayern Monaco il giorno dopo. Una notte da incubo, insonne, un risveglio brutto, ma la consapevolezza è quella che dal fondo ci si può solo rialzare. E promettere che in campionato sarà tutta un’altra storia, e che in Coppa la Roma si rifarà a partire dal 5 novembre. Arrivederci a Monaco allora. Intanto analizziamo tutti gli aspetti del match di ieri.

UN KO INATTESO – Nessuno nemmeno nella peggiore delle ipotesi avrebbe azzardato un pronostico del genere, 1-7 che ha fatto ripiombare tutti nell’altro incubo del 2007 con il Manchester United. Solo che stavolta è pure maturato in casa, mai era successo.

BAYERN MONACO – Pep Guardiola ha definito un «incidente» la prestazione della Roma di ieri sera, nemmeno lui riusciva a credere di guidare la partita dopo poco più di mezz’ora con un distacco già di 5 gol. La formazione tedesca è andata in visita dal Papa e ha donato un milione di euro per attività benefiche. Papa Francesco si è complimentato per la vittoria definendo la gara «meravigliosa».

RIPARTIRE SUBITO – Rudi Garcia ora pensa alla sfida con la Sampdoria di domenica al Marassi. Deve lasciarsi alle spalle questa caduta, e mandare giù le dichiarazioni dell’agente di Benatia, sempre fischiato ieri a ogni tocco di palla. «La Roma è semplicemente troppo piccola davanti al grande Bayern, Garcia ha capito ieri perché Benatia volesse andare così fortemente all’immenso Bayern». Benatia ha invece twittato che fra 15 giorni «sarà una gara completamente diversa contro una grande squadra come la Roma».

NIENTE DRAMMI – Sabatini non drammatizza per il bene della squadra, sa che è stato solo un brusco stop che il gruppo non meritava. Garcia si è invece assunto ogni responsabilità della debacle e ha scritto su Twitter: «Anche se fa male abbiamo già rialzato la testa. Siamo al secondo posto nel girone e possiamo ancora qualificarci. I nostri tifosi ieri sera ci hanno dato tanta forza». Fortuna che a rincuorare la Roma ci hanno pensato i tifosi che hanno applaudito e sostenuto comunque la squadra gridando «Vinceremo il tricolor».

 

[form_mailup5q lista=”as roma”]

È SUCCESSO OGGI...