SS Lazio, Petkovic e il nodo da sciogliere sulla difesa

0
21
 

La Lazio torna in campo oggi alle 17 per la seconda amichevole ufficiale precampionato. I biancocelesti affronteranno il Brasile Soccer Team, una selezione di calciatori carioca attualmente senza contratto.

Petkovic scioglierà anche i dubbi sul modulo che nei primi test nel ritiro di Auronzo di Cadore ha diviso tra 4-3-3 e 3-5-2. La difesa a tre è un pallino dell’allenatore bosniaco già dall’anno scorso e con i cospicui rinforzi arrivati nella sessione di mercato potrebbe diventare realtà. Dopo l’amichevole la rosa biancoceleste si regalerà anche un bagno di folla con la presentazione ufficiale della squadra nella piazza del paese veneto.

Sarà un’occasione per presentare ancora una volta Felipe Anderson, Novaretti e Vinicius e anche la prima apparizione di Biglia che ieri sera è arrivato sotto le tre cime di Lavaredo insieme al direttore sportivo Igli Tare, mettendo fine alle voci che volevano quest’operazione vicina al fallimento. Difficile invece il caso di Brayan Perea bloccato a gennaio, ma non ancora tesserato. Il problema nel suo caso è lo status da extracomunitario dell’attaccante colombiano. La prima squadra della capitale era convinta di avere due posti liberi dopo le cessioni di Makinwa e Carrizo, ma in realtà è solo una la casella libera a disposizione ed è già stata occupata da Felipe Anderson.

L’unica soluzione per la Lazio è cedere Emmanuel Sani, giovane nigeriano appena tornato dal prestito alla Salernitana. Per sperare di tesserare Perea, inoltre, i biancocelesti devono necessariamente piazzare il calciatore all’estero, con club greci e russi interessati. Le soluzioni alternative sono due: la cessione di uno tra Gonzalez, Hernanes e Dias, difficile che ciò avvenga, o che un club italiano tesseri il colombiano per poi girarlo alla Lazio a gennaio o nella prossima stagione. Intanto da Auronzo ha parlato Andre Dias: «Stiamo lavorando bene e vogliamo arrivare alla gara contro la Juventus al massimo e ovviamente vincere la Supercoppa. Tanti brasiliani? Più siamo e meglio è. Hernanes? Lo stiamo aspettando».

Il centrocampista brasiliano appare destinato a restare, ma il mercato capitolino è tutt’altro che chiuso. Si continua a lavorare per il nuovo attaccante, tanto più dopo l’intreccio legato a Perea, con Matavz favorito su Matri e Quagliarella. Kozak e Floccari, invece, viaggiano verso la conferma con l’attaccante di Nicotera vicino al rinnovo. La trattativa per Elez, giovane difensore dell’Hajduk Spalato, è ad un passo dal chiudersi. Infine ieri è sbarcato ad Auronzo anche Cavanda il cui futuro sembra essere lontano dalla Lazio con la Premier in prima fila per accoglierlo.

Antoniomaria Pietoso
(da Auronzo di Cadore)