SS Lazio, Anderson sempre più vicino. Psg insiste per Hernanes

0
17
 

«Per il sesto anno consecutivo la Lazio sarà in ritiro estivo ad Auronzo, un record. E’ la località ideale per noi e saremo lì dal 10 al 25 luglio. Disputeremo una serie di amichevoli che stiamo definendo e la Supercoppa non inciderà sul ritiro». Sono le parole di Marco Canigiani, responsabile marketing della Lazio, nella conferenza stampa di presentazione del raduno estivo in Veneto.

Definite le date del ritiro con cui la società capitolina si preparerà per la nuova stagione, la dirigenza è al lavoro anche per le strategie di mercato. Tare è in Brasile e continua il pressing per Felipe Anderson. Il giovane esterno sembra sempre più vicino e il Santos pare aver accettato l’offerta intorno agli 8 milioni di euro. Resta da convincere il fondo inglese co-proprietario del cartellino del calciatore.

Nelle prossime ore potrebbe arrivare la fumata bianca che regalerebbe il giocatore, inseguito da gennaio, a Petkovic. Il tecnico bosniaco dovrà aspettare un’altra settimana prima di abbracciare Lucas Biglia. Problemi burocratici hanno costretto l’argentino a tornare in Belgio. Mancano pochissimi dettagli, ma il calciatore è, oramai di fatto, un giocatore della Lazio e arriverà a Roma dopo il 24 di giugno.

Tare dovrebbe incontrare nelle prossime ore anche Leonardo, direttore sportivo del Psg per parlare di Hernanes. Il numero otto della Lazio è stato blindato dalla dirigenza capitolina, ma il club francese non si dà per vinto. Si parla di una possibile offerta di 30 milioni di euro, ma i transalpini potrebbero anche decidere di alzare la proposta. La società biancoceleste è attivissima sul mercato. Bibiany resta un obiettivo per le corsie esterne, ma il Parma ha respinto, per il momento, il primo assalto.

Per l’attacco piacciono Gabbiadini, a metà tra Juventus e Atalanta, e il messicano Dos Santos per cui, voci dalla Spagna, la Lazio avrebbe offerto addirittura 4.5 milioni di euro al Mallorca. Dopo aver riscattato la prima metà del cartellino, i capitolini provano a convincere l’Udinese a cedere tutto Antonio Candreva. Ai friulani piacciono Kozak, su cui c’è anche il neo promosso Verona, e Cavanda, che preferirebbe un’esperienza in Premier League. In uscita, il Manchester City preme per Radu, ma l’agente ha chiuso la porta: «Nulla di vero, resta alla Lazio».

Antoniomaria Pietoso