AS Roma, sfida per la panchina tra Blanc e Garcia

0
20
 

Il presidente del Milan Silvio Berlusconi ha rinnovato la fiducia ad Allegri e la Roma adesso si deve rimboccare le maniche alla ricerca del nuovo allenatore. Il 4 giugno del 2012 fu ufficializzato l'accordo con Zeman quindi è possibile che la giornata di oggi sia decisiva anche quest'anno.

A Trigoria vorrebbero chiudere la faccenda il prima possibile. Nel centro sportivo Fulvio Bernardini ieri era presente l'ad Italo Zanzi, che aspetta un cenno dalla dirigenza per stilare il contratto.

In molti fanno il nome di Stefano Colantuono ma in cima alle preferenze della società ci sarebbe il tecnico francese Laurent Blanc, già contattato a febbraio dopo l'esonero del boemo. All'epoca l'ex ct della nazionale e del Bordeaux (uno scudetto e una coppa nazionale vinti) rifiutò la proposta. Oggi invece, rimasto senza panchina, si è preso un po’ di tempo per riflettere e capire se esista uno spiraglio di trattativa anche con il Psg. La società giallorossa sarebbe quindi una seconda scelta. Il contestatissimo d.g. giallorosso Franco Baldini gli avrebbe offerto un biennale da 2,5 milioni di euro, la stessa cifra proposta ad Allegri.

L'altro direttore, il ds Walter Sabatini, invece sta spendendo belle parole per Rudi Garcia, il tecnico del Lille: «Mi piace tantissimo, lo seguo da tantissimi anni – ha detto ai microfoni di Sky – lo consideravamo anche prima di Luis Enrique. Se fosse stato assecondato dai risultati di questi due anni l'avrei preso. Il problema è che oggi verrebbe concepito dalla piazza come l'ennesima scommessa. Io non ho dubbi sulle sue grandi qualità: è un allenatore da Roma».

AD