SS Lazio, vincere in trasferta per conquistare l’Europa

0
18
 

Sono trascorsi quasi 5 mesi da quel pomeriggio di Genova in cui la Lazio espugnò Marassi grazie a una rete di Hernanes. Da allora, coppe escluse, i biancocelesti non sono riusciti più a vincere in trasferta.

Stasera a San Siro la Lazio ha una grande chance affrontando un’Inter falcidiata dagli infortuni e in crisi di risultati. Il club capitolino dopo il 6-0 rifilato al Bologna sembrerebbe essersi messo alle spalle un periodo negativo e contro i nerazzurri il gruppo è atteso alla classica prova del nove come ha sottolineato anche Vladimir Petkovic: «Se siamo tornati? Aspetto anch’io la conferma perché la guarigione è lunga ma abbiamo fatto passi importanti e in queste settimane, giorno dopo giorno, si è visto un netto miglioramento soprattutto nelle ultime partite. L’Inter non si può permettere passi falsi e noi dobbiamo provare a vincerle tutte fino alla fine del campionato poi vedremo cosa accadrà».

I tre punti in trasferta mancano da tempo e la squadra vuole tornare al successo lontano dall’Olimpico: «Eravamo già pronti a Parma dove ci è mancato davvero poco, dovremo sfruttare le occasioni che avremo». Il tecnico appare intenzionato a confermare lo schieramento a due punte con Floccari al fianco di Klose. Il bomber tedesco è tornato al centro dell’attenzione dopo le cinque reti firmate al Bologna arrivate dopo cinque mesi di digiuno.

«Sono al 90% della condizione – confida la punta -, non recupero più come quando avevo 22 anni. La gara di domenica è stata una delle emozioni più forti della mia carriera. Inter? Dobbiamo dimostrare di essere un gruppo unito e forte, vincendo saremmo più vicini all’Europa. Nelle ultime partite dobbiamo fare di tutto per cercare di recuperare i tre punti di ritardo dal quinto posto occupato dalla Roma». Anche il patron Lotito si aspetta tanto dalla sfida con i lombardi: «Contro l’Inter ci aspetta una grande sfida. Abbiamo la necessità di recuperare consapevolezza nei nostri mezzi buttando dietro alle spalle quello che è stato un momento non positivo. La stagione probabilmente sarebbe andata in un modo completamente diverso senza infortuni e squalifiche».

Infine nessuna sorpresa tra i convocati: rientra Biava dopo lo stop del giudice sportivo, sempre out Ederson, Brocchi e Mauri.

Antoniomaria Pietoso