Osvaldo espugna il Franchi al 92\’

0
36
 

La Fiorentina attacca, domina a lungo, ma poi ci pensa un gol al 92esimo dell'ex Osvaldo a chiudere le cose a favore dei giallorossi. Quasi cento minuti di passione ieri allo stadio Franchi per una partita che potrebbe decretare a breve lo stop della Fiorentina alle sue ambizioni di Champions League e porta la Roma a 58 punti in classifica, ancora a tre misure di distanza dai toscani.

Un match che segnala ancora viva e vegeta la "maledizione di Montella", che con la Roma non riesce a vincere da ben cinque incontri. Per il resto oltre al gol, colpo di testa in area di rigore in pieno recupero, la partita si è giocata con una Fiorentina ben messa in campo e capace di mettere i giallorossi in difficoltà nel far uscire la palla dalla propria metà campo, per poi prendere possesso della metà campo giallorossa nel resto del primo tempo.

La seconda frazione di gioco ha visto protagonista la Fiorentina, con una serie di occasioni mancate e la fortuna che ha arriso per lo più ai romanisti. Tante emozioni ma niente gol fino al novantaduesimo con il gol di Osvaldo quando ormai, con i giocatori stanchi e i nervi tesi, nessuno si sarebbe più aspettato dalla partita grandi emozioni. 

Qualche ora prima del match di Firenze, Cagliari e Chievo hanno pareggiato 0-0 al "Bentegodi" di Verona, nell'anticipo della 35esima giornata di Serie A.