Serie D, San Cesareo: speranze appese a un filo per la per la promozione diretta in Lega Pro

0
36
 
Ultima giornata di campionato per la serie D che domani dovrà per forza di cose emettere i propri verdetti finali. Ce ne sono, però, alcuni già decretati nelle precedenti settimane.
 
Nel girone F già sancite le retrocessioni di Città di Marino e San Nicolò alle quali potrebbe unirsi la Recanatese. In alto sicure dei play-off Termoli, Maceratese e Vis Pesaro. Nel girone G la Torres ha già festeggiato il proprio rientro nel calcio prof mentre il Progetto Sant’Elia è già in Eccellenza e solo la matematica tiene in piedi le speranze del Civitavecchia. Già ai play-off Casertana, Sarnese e Lupa Frascati con la Turris che da semifinalista di coppa Italia entrerà nella competizione dal prossimo turno.
 
Passiamo alle gare in programma nell’ultimo turno. Nel girone F la Sambenedettese è davvero ad un passo dalla promozione in Lega Pro. I marchigiani proprio domenica scorsa grazie al sofferto 3-2 all’Isernia hanno operato il sorpasso ai danni del San Cesareo ma a Recanati non possono permettersi di non vincere. Con i locali impegnati ad evitare la retrocessione diretta, sarà gara vera. Almeno così spera un San Cesareo che sa di avere ormai poche possibilità di farcela ma darà il tutto per tutto in casa contro il pericolante Celano. D’altra parte i casilini hanno sciupato talmente tanto che devono solo rammaricarsi per un finale di stagione insufficiente. Il Città di Marino è ospita di un’Amiternina che vuole salvarsi mentre tra Astrea ed Ancona in ballo non c’è davvero nulla ed il Fidene già salvo è ospite dell’Isernia.
 
Nel girone G spicca la sfida tra Sarnese e Lupa Frascati, scontro che potrebbe ripetersi anche nel primo turno di play-off: solo in caso di vittoria i giallorossi riuscirebbero a giocare in casa la prima gara di spareggi. Il San Basilio Palestrina si gioca le ultime flebili chance in chiave play-off contro una Casertana che però non può permettersi di perdere mentre chi è vicina al traguardo è l’Ostia Mare che nella gara interna contro l’Arzachena cerca il pass per il torneo post-campionato. Un Anziolavinio comunque destinato ai play-out ospita il Portotorres mentre il Cynthia di Gagliarducci, squadra che merita un applauso per una gran bella seconda parte di stagione, ospita un Selargius che deve evitare di scivolare in penultima posizione.
 
Disperata, come si diceva, la posizione del Civitavecchia: i nerazzurri al culmine di una stagione tormentatissima sono chiamati a cercare tre punti – che potrebbero anche non bastare – proprio sul campo della Torres, squadra che vorrà festeggiare col proprio pubblico la promozione conquistata domenica scorsa. La missione appare sinceramente disperata.
 
Marco Caroni