SS Lazio, Petkovic: \”Dobbiamo credere nell\’Europa League\”

0
35

Perdendo il match con la capolista Juventus, la Lazio ha mancato l'occasione di staccare la Roma e volare al quinto posto solitario in classifica. L'allenatore Vladimir Petkovic ha bacchettato i suoi al termine dell'incontro, pur incitandoli a credere ancora nella corsa all'Europa, e mandato un messaggio alla società per il futuro: "finora la nostra stagione è stata molto positiva, non guardiamo solo le ultime dieci partite. Dobbiamo recuperare le energie e credere ancora nella qualificazione all'Europa League ma ci serve una rosa più ampia. Alcune occasioni contro la Juventus andavano segnate, se non lo si fa diventa difficile riprendere una partita contro una squadra compatta e consapevole di cosa voleva ottenere. Ci è mancata la voglia di imporre il nostro gioco, soprattutto nel secondo tempo. La Juventus ha sfruttato poco le sue chances ma noi non lo abbiamo fatto per niente.".

Il portiere Federico Marchetti invita a dare il tutto per tutto nelle restanti sette partite di campionato: "complimenti alla Juventus per averci battuti, è la squadra più forte al momento in Italia. Non è facile trovare gli stimoli per ripartire dopo aver perso, con un risultato che non la dice tutta, ma ora dobbiamo pensare alle prossime sette partite come delle finali, per conquistare il maggior numero possibile di punti e arrivare in buona condizione alla finale di Coppa Italia. Crediamo ancora nel terzo posto, nonostante la distanza dal Milan sia notevole ora".

La lieta notizia in casa biancoceleste è stato l'esordio in Serie A di Luca Crecco, centrocampista della Primavera: "questa prima volta per me è stata una grande emozione – ha rivelato a fine partita – e sono contento di come sto lavorando. Devo continuare così, tutti mi hanno fatto i complimenti nello spogliatoio e ancora non ho realizzato quello che è successo. Dedico il mio esordio in campionato ai miei genitori che mi sostengono sempre".

Presente in Tribuna Autorità dello stadio "Olimpico" c'era anche l'ex presidente della Lazio Sergio Cragnotti, patron del club dal 1992 al 2002: "la Lazio ha fatto un grande girone d'andata quest'anno – ha commentato dopo il ko con la Juventus – ma doveva essere rinforzata a Gennaio. Petkovic mi piace, ha fatto molto bene finora e ha carisma. Se si vogliono raggiungere grandi traguardi servono i campioni; in rosa ce ne sono diversi ma parliamo di una squadra tutta da formare".