AS Roma, Andreazzoli: \”Il risultato ci ha premiati. Osvaldo non è un separato in casa\”

0
39

"Il Torino avrebbe meritato di più contro di noi ma anche noi abbiamo avuto le nostre occasioni. E' stata una bella partita". Così Aurelio Andreazzoli, allenatore della Roma, ha commentato la vittoria ottenuta ieri in campionato (1-2) contro il Torino. "Avevamo delle situazioni da gestire, riguardo la partita di Mercoledì in Coppa Italia contro l'Inter – prosegue Andreazzoli – ma ho visto una squadra con carattere che ha raschiato il barile fino all'ultima goccia, essendosi ritrovata in dieci uomini. Alla fine il risultato ci ha premiati. Adesso cercheremo di vincere anche Mercoledì".

Il tecnico giallorosso analizza anche le "questioni" Totti e Osvaldo. "Volevo lasciar riposare Francesco per farlo recuperare da un problema muscolare ma abbiamo avuto bisogno di lui, che è risultato incisivo come sempre. Contro l'Inter giocherà dall'inizio. Osvaldo è squalificato per la Coppa Italia e l'ho schierato per dare più tempo a Destro di lavorare in tranquillità per la sfida di Mercoledì in coppa. Comunque non è un separato in casa, lo dimostrano gli abbracci nei suoi confronti al momento del goal. Ognuno ha il suo carattere che in qualche circostanza potrebbe essere modificato, ma siamo un gruppo solido e unito".

Francesco Totti rincara la dose sul suo sito ufficiale: "il Torino è una squadra organizzata, in salute e ostinata ma nonostante ciò siamo riusciti a prendere i tre punti. Ora però pensiamo soltanto all'Inter. Servirà una grande partita per prendere la posta in palio: la finale di Roma".

L'altro romano doc, Alessandro Florenzi, è stato a un passo, nella gara con il Torino, dall'aggiungere il suo nome a quelli di Osvaldo, Lamela e Bianchi nel tabellino dei marcatori: "è un periodo un po' storto per me a livello di goal – rivela il centrocampista – e spero che l'Inter Mercoledì mi porti fortuna. Siamo contenti, oltre che per la vittoria, di aver chiuso gli spunti offensivi di Cerci". Anche il difensore Ivan Piris è andato vicino al goal: "il Torino gioca bene – ha detto il paraguaiano – ma l'importante è che abbiamo vinto. Ora stiamo meglio e speriamo di continuare così. Contro l'Inter sarà una partita importante perchè abbiamo la possibilità di affrontare la Lazio in finale".

Conclude la disamina il centrocampista Simone Perrotta, un evergreen in casa romanista: "abbiamo sofferto il Torino in alcuni frangenti ma abbiamo giocato una buona partita e dopo l'1-2 di Lamela la situazione è stata sotto il nostro controllo. Il risultato è quindi meritato. Dal punto di vista personale la voglia di rimettermi in gioco, il rapporto con i compagni e il prendere ogni allenamento con entusiasmo hanno fatto la differenza. Sono stato fortunato anche per quanto riguarda il cambio di allenatore, pur ammettendo che con Zeman mi ero procurato uno spazio".