AS Roma, Andreazzoli: \”Sprecate occasioni importanti con la Lazio\”

0
31

Può tirare uno sospiro di sollievo Aurelio Andreazzoli, dopo il pareggio di ieri sera contro la Lazio (1-1). Il suo primo derby da allenatore dei giallorossi (e forse anche l'unico, salvo conferme della società) non è terminato con una sconfitta, ma con un punto per parte in classifica, che lascia un po' di amaro in bocca alla Roma stessa.

"In occasione del rigore di Hernanes mi sono spaventato e ho temuto di perdere, ma la squadra ha fatto quello che le ho chiesto io, anche se siamo rammaricati per non aver vinto. Il risultato finale ci penalizza e abbiamo sprecato occasioni importanti. Nel primo tempo siamo stati timorosi ma nella ripresa è andata meglio. Addio alla Champions League? I numeri dicono questo, pensiamo alla Coppa Italia".

Francesco Totti, capitano della Roma, ha firmato su rigore il goal del definitivo 1-1, oltre che siglato il record di miglior marcatore romanista nella storia delle stracittadine (raggiunti a quota 9 reti Delvecchio e Da Costa): "Purtroppo abbiamo buttato via il primo tempo, crescendo soltanto nel secondo. Il mio record? Ci tenevo a raggiungerlo ma l'importante è che non abbiamo perso con la Lazio. Ora l'obiettivo è vincere la Coppa Italia, oltre che entrare in Europa League. La Champions era difficilissima da raggiungere".

Il centrocampista Miralem Pjanic ("siamo entrati male in partita e fa male non aver vinto con tutte le occasioni che abbiamo avuto") e l'attaccante Mattia Destro ("ottima reazione della ripresa, potevamo vincere ma va bene così") si uniscono al rammarico generale in casa giallorossa, in un derby che ha visto spettatore allo stadio Olimpico anche il presidente James Pallotta, che ha commentato così a fine gara: "è stata una partita eccitante".