SS Lazio, Petkovic: \’Sconfitta immeritata ma crediamo nella Champions\’ | Lotito: \’Partita da rinviare\’

0
34

La sconfitta di ieri sera contro il Torino (1-0, goal di Jonathas) ha fatto scivolare la Lazio al settimo posto della classifica, a rischio Europa League, a testimonianza del delicato momento della squadra. L'allenatore Vladimir Petkovic ha così commentato la situazione in casa biancoazzurra: "faccio i complimenti ai miei ragazzi per come hanno giocato contro il Torino, con sacrificio e qualità. Non meritavamo la sconfitta. Lo stop per le Nazionali arriva nel momento giusto per recuperare la situazione, nonostante anche nostri calciatori siano stati convocati in giro per il mondo. Crediamo ancora nella Champions League, restiamo sereni e positivi per le prossime partite e vogliamo riportare la fortuna dalla nostra parte". Anche il centrocampista Cristian Ledesma sprona i compagni e i tifosi a non mollare per portare a termine nel miglior modo possibile la stagione: "non dobbiamo nasconderci, nelle ultime partite non siamo riusciti a fare buone prestazioni ma non dobbiamo buttare tutto all'aria e pensare che non ci sia più possibilità di recuperare. C'è rammarico per aver perso con il Torino, soprattutto per come abbiamo interpretato la partita e per aver giocato in condizioni difficili, ma è inutile recriminare, così come non serve parlare dell'espulsione di Ciani. Capisco l'amarezza dei nostri tifosi ma da qui alla fine cercheremo di ripagare la loro fiducia".

Il presidente Claudio Lotito invece se la prende con l'arbitro e la sua decisione di far giocare l'incontro nonostante la fitta nevicata di Torino: "la partita si poteva tranquillamente rinviare aldilà di chi ha vinto con merito. Si è rischiato molto dato l'alto rischio di incorrere in infortuni. Non si giocava a calcio perchè sono stati penalizzati giocatori che agiscono sulla qualità. L'aggancio della Roma? Non ci interessa, siamo gli unici in Italia a essere in corsa per tre competizioni".