Tripletta di Nuno, la Lazio in vetta

0
17

Lazio in vetta alla serie A, insieme a Marca e Luparense. E’ questo il verdetto dopo la quarta giornata della serie A. La Marca, infatti, non risponde ai successi di Lazio e Luparense (corsara 2-1 contro il Montesilvano), pareggia 4-4 in casa contro il Putignano e sale a 10 punti, gli stessi di biancocelesti e patavini. Un week-end, dunque, di colore biancoceleste. Al Palaromboli la Lazio ha messo subito le cose in chiaro, sin dal primo minuto, contro il Kaos Bologna, trascinata dalla grinta e dall’esperienza di un superlativo Nuno. I capitolini ipotecano l’incontro nel primo tempo. L’anima della squadra è l'ex Luparense, tre volte in rete, in meno di un quarto d’ora effettivo. Partita di fatto chiusa. Nella ripresa il Kaos prova a costringere nella propria metà campo i biancocelesti, ma è Parrel, a togliere ogni speranza ai bolognesi. Inutile la rete di Scandolara che sigla il gol della bandiera. Finisce 4-1. E ora la Lazio si deve dedicare anima e corpo alle prossime due partite: prima quella di Venezia (ultimo in classifica) per il campionato e poi quella ancora più importante  la finale di Supercoppa italiana contro i tricolori della Marca in programma al Palamazzalovo di Montebelluna il 25 ottobre alle ore 20.30.   

«Per la finale purtroppo mancherà capitan Alcaraz – spiega il tecnico Daniele D’Orto -. Ha un problema fisico che non credo riuscirà a risolvere per la Supercoppa, è una grossa assenza per noi, lo ritengo uno dei centrali più forti al mondo». Fortuna che a far sorridere il tecnico ci pensano altre buone notizie (tra cui la convocazione in Nazionale di Luca Ippoliti per due test in Portogallo): «Contro il Kaos siamo stati perfetti – aggiunge -, grande difesa, sofferto poco e solo quando ci siamo rilassati forti del 3-0. I miei complimenti vanno al giovane portiere Patrizi, che ha disputato una partita all’altezza della situazione. E poi devo dire che sono bravi tutti questi ragazzi, anche quelli che giocano meno ma che si fanno trovare sempre pronti a scendere in campo. Il comportamento della squadra è esemplare». Chi si gode il buon momento della Lazio è anche il “Cholo” Salas che spiega: «Siamo una squadra forte e il mister sa scegliere la formazione più adatta in base alla gara da affrontare. Stiamo facendo bene, abbiamo vinto tre partite e una pareggiata: sono convinto che andremo lontano».  E i numeri della Lazio parlano chiaro, perchè in quattro gare i biancocelesti non hanno mai perso proprio come le due compagne di alta classifica.