Calcio a 5 serie C1/Futsal Isola. Il Cola parla da leader

0
23

Non ha segnato. Dopo il 5-1 contro il Casal Torraccia è stata la notizia della giornata. Andrea Colaceci c’ha provato come al solito. S’è messo là davanti, ha sgobbato, si è dannato l’anima. Ha fatto a sportellate, aperto varchi, fatto salire la squadra, giocato d’appoggio. Fondamentale anche quando non ci mette la zampa.

È un animale da gol, ma guai a fare drammi: “Non è la fine del mondo. C’è tutto un campionato davanti”. Parla da leader il Cola. Da chi conosce la Futsal Isola come le sue tasche: “L’importante era scacciare i fantasmi della prima di campionato. Eravamo un po’ contratti all’inizio. Il gol a freddo non c’ha aiutato”. Per un attimo è sembrato di rivivere l’incubo Minturno di dodici mesi fa. Squadra che attacca e va sotto alla prima occasione. “Stavolta siamo rimasti calmi – dice il Cola -, non abbiamo perso la testa ed è finita come tutti sappiamo. Una buona partita”. Non è stato facile però contro un Casal Torraccia ben organizzato, pronto a far male in ripartenza. “Abbiamo dato un bel segnale, ci sono ancora ampi margini di miglioramento. Siamo all’inizio”.

Sabato altra partitaccia contro un Real Tecchiena che in casa vola: “Davanti al loro pubblico si trasformano – ammette il bomber -. Ci terranno a fare una bella figura. Dovremo giocare alla grande, abbiamo grandi ambizioni”. Sarà un tour del force. Sabato a Tecchiena, martedì alle 21 la Coppa Italia nuovamente contro il Casal Torraccia, ma stavolta fuori. E poi di nuovo il campionato contro la Lazio Calcetto: “Ci teniamo a fare bene in tutte le competizioni – sottolinea Colaceci -. Sgobbiamo per questo in allenamento, vogliamo vincere. Poi è chiaro, ne arriva una sola, noi però puntiamo a tutto”.

Un’analisi lucida che trova sponda nelle parole del diesse Enrico Segantini: “La prima di campionato è sempre così, si parte contratti, c’è un pizzico di emozione – dice -. Però al di là di tutto ho visto una buona trasmissione di palla, buone azioni davanti, intensità dietro. Non ci sono stati cali di tensione. Li abbiamo chiusi nella loro metà campo e dopo un primo tempo sfortunato siamo usciti nei secondi trenta chiudendo la partita senza storie”. Anche lui, da volpone qual è, sa che sabato contro il Real Tecchiena non sarà facile: “È una squadra difficile, rognosa. Ma noi giocheremo per i tre punti”. Le ultime paroole sono per la juniores di mister Sannino che sta facendo miracoli. Il 3-3 contro il Città di Fiumicino (serie D) e il 5-2 contro la Lazio femminile (serie A, gol di Bavaro, Paradiso, Nicoletti, Lamanna e Bruno) ha dato entusiasmo a tutto l’ambiente: “Puntiamo sui giovani, è una nostra prerogativa. Sannino è un grande lavoratore, un ottimo mister, sta costruendo qualcosa di importante” ammette Segantini. Le prossime amichevoli alzeranno il tasso tecnico e serviranno a vedere di che pasta è fatta questa juniores d’acciaio che Sannino e Segantini stanno forgiando. “Saranno sfide toste, interessanti – chiosa mister Sannino -, ci divertiremo”. Il programma: venerdì ad Ariccia sfida contro l’elite della CarliSport. Il 30 settembre al PalaDanubio test match contro il Lido di Ostia (serie D). il 2 ottobre ancora Carlisport ma under 21. Si chiude venerdì 7 ottobre contro il CafféLatte Ostia (serie D), sempre al PalaDanubio.