Col Parma vietato abbassare la guardia

0
31

Staccare il biglietto per i playoff davanti al proprio pubblico. E’ questo l’obiettivo della Danesi Nettuno. Per ottenerlo, però, ci sarà bisogno di battere i campioni d’Italia in carica del Parma e di un “regalo” dagli storici avversari del Grosseto impegnati contro il Rimini. La vittoria nella serie contro i Pirati hanno dato sicuramente una spinta decisiva verso la post season alla Danesi, ma l’aritmetica non permette ancora al Nettuno di abbassare la guardia. Serviranno quattro vittoria tra Parma e Novara, ammesso che il Rimini non perda nessuna gara delle sei rimaste. Fare calcoli, però, è sempre pericoloso. Andarsi, infatti, a giocare la serie a Novara che è sì l’ultima della classe, ma ha dimostrato in questo campionato di non regalare partite a nessuno. A questo va aggiunto il fatto di giocare con la fatica sulle spalle di un viaggio lunghissimo. Per questo contro i ducali il Nettuno vuole vincere la serie a tutti i costi.

“Era molto importante vincere a Rimini – commenta il capitano della Danesi Giuseppe Mazzanti – ma non abbiamo la matematica certezza di essere dentro ai playoff per questo non dobbiamo abbassare la concentrazione e pensare al Parma una partita alla volta. Vogliamo vincere a tutti i costi questo weekend, perché è vero che la classifica non ci condannerebbe in caso di sconfitta, ma non sarà facile giocare a Novara e non è il caso di rischiare”.

Se dovessero esserci i playoff il Nettuno sarebbe favorita, almeno per quanto succede nel campionato italiano nelle ultime stagioni e come è successo tante volte nella sua storia al Nettuno, ma Giuseppe Mazzanti, saggiamente, smorza i facili entusiasmi: “L’obiettivo è entrare ai playoff e non è detto che tutti gli anni si ripetano gli exploit delle terze delle quarte arrivate in regular season. Senza dubbio noi e il Parma stiamo acquisendo adesso la forma ideale e potrebbe essere un vantaggio ad agosto. Il nostro girone di ritorno è stato da primi della classe e ora gli altri ci temono”.