Europei, Trigilia due volte sul podio

0
55

Arrivano dalla scherma paralimpica le prime medaglie agli Europei di Sheffield. A portarle in dono alla truppa azzurra è Loredana Trigilia che bissa il podio della prima giornata conquistando ieri l’argento nella sciabola femminile, categoria A. L’atleta siciliana d’origine ma romana d’adozione ha perso in finale contro la russa Kuramshina per 15-7, mentre in precedenza aveva battuto la polacca Fidrych per 15-12 in semifinale. Nella prova di fioretto femminile paralimpico, categoria A, della prima giornata, Loredana Trigilia è salita sul terzo gradino del podio, dopo essere stata sconfitta in semifinale dall’ungherese Krajnyak. L’azzurra del Club Scherma Roma ha quindi vinto il bronzo ma era già certa della medaglia dopo aver battuto per 15-5 nei quarti l’altra magiara Juhasz. Agli ottavi aveva avuto la meglio sulla russa Cherviakova per 15-6.

«Sono emozionata e contenta – ha commentato Loredana Trigilia -. All’inizio delle gare ero parecchio tesa, poi ho tirato fuori grinta e carattere ed eccomi qui a stringere nelle mani una medaglia che per me vale tantissimo». «E’ stato un bronzo storico – ha detto il ct della Nazionale paralimpica Fabio Giovannini – perché è la prima medaglia che arriva dopo il passaggio del settore paralimpico dal Cip alla Fis. E’ un risultato che premia i sacrifici del Cip e della Federazione oltre che degli atleti che, adesso, hanno maggiore opportunità di crescita e di allenamenti, anche congiunti con gli atleti olimpici».  

In campo maschile Matteo Betti (semore del Cs Roma), nella categoria A, è stato sconfitto nell’assalto valido per l’accesso in semifinale. L’azzurro, dopo aver sconfitto, agli ottavi, l’ucraino Bazhukov per 15-1, è stato superato per 15-11 dal francese Lemoine. Nella stessa categoria, Riccardo Formenton (romano del Cs Roma) si è fermato nella fase a gironi, concludendo la prova al 26esimo posto. Nel fioretto maschile, categoria B, Marco Cima (Cs Roma) si è piazzato al nono posto, essendo stato sconfitto per 15-7 dal francese Valet.  Il fioretto paralimpico è stato l’unico protagonista della prima giornata di gare a Sheffield, ieri in pedana per le prime prove riservate agli Assoluti le sciabolatrici tra cui Paola Guarneri (nata ad Albano e cresciuta agonisticamente nella Lazio Ariccia). Purtroppo la sua corsa si è fermata al tabellone delle 64 contro la polacca Wieckowska che ha vinto 15-13. Tra i fiorettisti ieri in pedana anche Valerio Aspromonte del Frascati Scherma, che è arrivato solo fino ai 32° arrendendosi al polacco Rajski per 15-12, un peccato per il bravo atleta castellano argento a Lipsia 2010 e che al tabellone dei 64 aveva avuto la meglio su Hinterseer (Aut) per 15-12 e nel girone di qualificazione aveva ottenuto 4 vittorie, 2 sconfitte.