La rabbia del Pomezia, non c’è ancora il verdetto del Tnas

0
128

Il baratro sembra avvicinarsi. La giornata di venerdì potrebbe aver segnato il punto di non ritorno per il Pomezia calcio, che attendeva con ansia il responso del Tnas in merito all’eventuale ripescaggio in Lega Pro. Il verdetto non è arrivato, anche perché vi sono ancora alcuni passaggi burocratici da espletare, a partire dalla discussione in seno al collegio arbitrale che dovrà vagliare il caso. Entro la metà di questa settimana dovrebbe arrivare la risposta ufficiale, anche se in casa Pomezia c’è molto sconforto per come si è svolto il procedimento. Il dg pometino Claudio Tanzi ha parlato espressamente di morte della giustizia sportiva, denunciando un autentico accerchiamento ai danni della società rossoblu.

«Credo che ormai si possa parlare di sentenza già scritta – ha riferito il dg tirrenico -. Ho ravvisato un clima che definire ostile sarebbe un eufemismo, a partire dalle notevoli pressioni esercitate dai legali della federazione gioco calcio. Durante il dibattimento ho riscontrato alcune anomalie che lasciano molto perplessi. In primis l’esclusione dei rappresentanti Covisoc come testimoni, convocati invece in qualità di esperti in materia. Un’opzione decisamente opinabile che è stata solo l’anticamera della vergogna consumatasi successivamente. I legali della Figc hanno chiesto di fermare il processo pretendendo la presenza di rappresentanti del Catanzaro. Una richiesta inaudita – prosegue Tanzi -, che la dice lunga sul clima che sta avvolgendo questa vicenda. Per fortuna il collegio arbitrale ha respinto questa proposta, ma in ogni caso rimane da parte nostra una profonda amarezza, dettata dalla consapevolezza che si voglia far di tutto per salvare il club calabrese. Infine è alquanto singolare che il presidente del collegio arbitrale, il cui voto sarà decisivo per la sentenza sia nativo di Catanzaro. Ci auguriamo fino in fondo che prevalga la giustizia, in caso contrario saremo pronti ad andare fino in fondo, ricorrendo fino all’ultimo grado (ovvero il Tar)». Nel frattempo il tempo scorre inesorabile e il Pomezia non può neanche programmare le operazioni di mercato.

Marcello Bartoli 

È SUCCESSO OGGI...

«Paga o pubblico il video a luci rosse»: ragazza finisce in manette a Roma

I Carabinieri della Stazione Roma Prenestina hanno arrestato una cittadina etiope, di 28 anni, che aveva tentato di estorcere 30mila euro ad un uomo con il quale aveva avuto rapporti sessuali e durante i...
Incendio in un pub, evacuato lo stabile

Rogo Castel Fusano, terzo incendiario arrestato dai carabinieri

Una terza persona è stata sorpresa ieri pomeriggio ad appiccare il fuoco nella pineta di Castel Fusano. I Carabinieri del Gruppo Forestale di Roma hanno arrestato per incendio boschivo un 36enne iracheno, regolare sul...

Roma, pusher massacrato con una mazza da baseball

Fratture multiple a gamba, braccio e parte del cranio. E’ l’esito della violenta aggressione avvenuta a Colle Salario la sera del 23 luglio scorso. Vittima, uno spacciatore della zona. Autore del gesto, un romano di 22 anni che...

Corviale, arrestato rapinatore della farmacia di via Portuense

I Carabinieri della Stazione Roma Bravetta, con la collaborazione dei militari della Stazione Roma Villa Bonelli, hanno identificato e sottoposto a fermo di Polizia Giudiziaria il rapinatore che nel pomeriggio di lunedì scorso aveva...

L’associazione degli ambulanti in allarme scrive a Papa Francesco

I rappresentanti della categoria degli ambulanti d'Italia hanno sottoscritto ed inviato una lettera  a  Papa Francesco, inoltrata anche al presidente della Repubblica, Sergio Mattarella e alla presidentessa della Unione delle comunità ebraiche italiane, Noemi Di Segni. Nella...