L’Atletico potrebbe migrare a Rieti

0
24

L’Atletico Roma cambia casa? Con molta probabilità sì. O almeno questo, a tutt’oggi, sembra il futuro del terzo club calcistico della capitale. Con la stagione in corso che vede i biancoblu allenati da Roberto Chiappara in lotta per la serie B, proprio il passaggio nella serie cadetta rappresenta il primo problema da affrontare per la società dei fratelli Ciaccia, ma il problema resterebbe anche nel caso di un altro anno di Lega Pro.

Secondo i dettami della legge “Pisanu” infatti, lo stadio Flaminio, storica sede dell’Atletico, non è omologabile per la serie B. Un problema che la società ha prontamente risolto scegliendo lo “Scopigno” di Rieti come campo dove disputare i propri match casalinghi. Una scelta che, a quanto pare, inizierà già con il match di ritorno della finale per la serie B, che i capitolini giocheranno nella città reatina il prossimo 19 giugno. 

L'articolo completo nel giornale di oggi