Lo Staffetthone per donare un sorriso

0
24

E’ stata presentata nella sala della Protomoteca in Campidoglio, la terza edizione dello Staffetthone, la manifestazione natatoria a scopo benefico con l’obiettivo di raccogliere fondi a favore di “Sorrisi nel Mondo Onlus”, organizzata dall’Asd “Nuotavamo negli anni ‘70”, che si terrà sabato 11 giugno nell’impianto Aquaniene in via della Moschea a Roma. 

L’evento, ormai un appuntamento tradizionale per il nuoto italiano, prevede una maxi-staffetta 100x50m di nuoto con la partecipazione di ex nuotatori, master o semplici appassionati. Sono iscritte 5 squadre da 100 atleti capitanate da Stefano Battistelli (vincitore della passata edizione), Marcello Guarducci, Giorgio Lalle, Daniele Masala e Claudio Zei, tutti atleti con un importante palmares mondiale in sport acquatici. Al termine della gara, premiazioni, rinfresco e musica live sul bordo-vasca per festeggiare tutti i partecipanti. L’edizione di quest’anno sarà anche intermante dedicata alla memoria di Lucio Notturni, compianto compagno di squadra scomparso quest’anno.
«Il ricavato della manifestazione – ha dichiarato la presidente di Sorrisi nel Mondo Mascia Migliorati – verrà quest’anno destinato all’ampliamento del complesso scolastico Furahia Secondary School (Tanzania) per la costruzione della cucina e della mensa per offrire ai 460 studenti un luogo dignitoso dove poter mangiare».
 
Daniele Masala – campione olimpico a Los Angeles 1984 – in rappresentanza dei capitani, ha auspicato che, anche grazie allo sforzo “titanico” degli organizzatori, lo Staffetthone possa confermarsi nei prossimi anni come un appuntamento fisso nel mondo del nuoto italiano. La partecipazione è aperta a tutti i nuotatori interessati, a semplici appassionati che siano comunque in grado di nuotare 50 metri al di sotto di 60 secondi e ai loro figli o parenti più stretti. È possibile iscriversi fino a venerdì 10 giugno. Le iscrizioni potranno essere effettuate direttamente via internet sul sito della manifestazione.
 
Lo Staffetthone, che ha ottenuto quest’anno il patrocinio di Comune e Provincia di Roma, Coni provinciale e Fin, vuole radunare ogni anno tutte quelle persone che, attraverso il nuoto si sono affacciate alla vita. Atleti e appassionati che hanno deciso di “donare” le proprie energie e il proprio entusiasmo per  un’iniziativa di solidarietà e sostegno per i più bisognosi e meno fortunati, cercando allo stesso tempo di ricreare quel clima di allegria e sano divertimento che caratterizzava le competizioni agonistiche in piscina.