Calcio Eccellenza/ Il Città di Marino fa festa, D più vicina

0
24

 

Un passo nella storia con tanto di thriller finale. Il Marino entra di diritto nella finalissima di coppa Italia di Eccellenza dalla porta principale e poco conta se gli ultimi minuti di gioco potevano costare carissimi ai biancocelesti. Prossima tappa, il 6 aprile, la finale di Casal del Marmo, contro l’Ancona che ha fatto fuori l’Inveruno. Al di là di questo il Marino può considerarsi a pieno diritto già in serie D. 
 
Gara difficile e si sapeva quella contro una Liberty Monopoli comunque disposta a giocarsela dopo l’incredibile 0-3 dell’andata. Eppure basta un quarto d’ora al Marino per chiudere definitivamente la pratica: Campione scatta sul filo del fuorigioco e fa secco Sakho, scatenando la gioia di squadra e tifosi. A metà ripresa la gara cambia: è il 25’ quando Zotti batte un corner sul quale Moreno tocca sporco ingannando Sambucini. Quando l’1-1 sembra inevitabile ecco il finale che non t’aspetti: al 45’ Zotti pesca il jolly con un magistrale calcio di punizione e tre minuti dopo l’arbitro concede ai pugliesi un rigore (con tanto di ammonizione che costa la finale a Sambucini) che lo stesso Zotti trasforma.
 
Ma non c’è davvero più tempo e il Marino fa festa grande. «Una gioia immensa – commenta mister Patalano alla fine – peccato solo che l’arbitro ci ha messo del suo per avvelenare il finale di una gara che abbiamo ben gestito. Ora ci giochiamo tutto nella finale, contro un’avversaria che non ha bisogno davvero di presentazioni».
 
 
Marco Caroni