L’Atletico si affida al fattore campo

0
31

 

L’Atletico Roma confida nel fattore campo per tornare a muovere la classifica. Questo pomeriggio al Flaminio (calcio d’inizio alle ore 14.30) arriva la Juve Stabia in un match fondamentale per la corsa ai play-off. In palio infatti tre punti che, se intascati, porterebbero i ragazzi allenati da Giuseppe Incocciati a scavalcare proprio i campani al terzo posto, avvicinandosi alla seconda posizione occupata al momento dal Benevento. Nonostante la sconfitta di domenica scorsa a Foggia, la squadra ha dimostrato di essere in una buona condizione. Quello che ci si aspetta nello spogliatoio biancoblu è di interpretare la gara di domani come fatto per 70 minuti lo scorso week-end.
 
A ben vedere, allo “Zaccheria”, i capitolini hanno espresso un buon gioco. Sino al ventesimo della ripresa infatti l’Atletico era in vantaggio per una rete a zero e sembrava avere il  controllo della gara. L’espulsione di Mazzarani ha di fatto cambiato il corso della gara con il Foggia che, in superiorità numerica ha preso in mano le redini del gioco. Quanto espresso in campo sino a quel momento dai capoitolini  lascia comunque ben sperare mister Incocciati, soprattutto per quanto riguarda la condizione fisica dei propri giocatori.  Di fronte però oggi i romani si ritroveranno una Juve Stabia in serie positiva da quattro giornate, che ha permesso ai campani di scalare la graduatoria sino all’attuale terzo posto. Oltre ai tre punti persi, il match di Foggia ha lasciato anche una pesante eredità dal punto di vista delle sanzioni disciplinari. L’Atletico infatti dovrà rinunciare per tre giornate a Doudou e per una gara a Mazzarani, espulsi nella trasferta di domenica scorsa. Per quanto riguarda la squalifica di Doudou, la società capitolina ha comunque presentato un ricorso.