L’Atletico Roma sfiderà lunedì sera il Viareggio

0
17

 

L’Atletico Roma sfida il Viareggio per cercare di interrompere la striscia di cinque sconfitte consecutive. Per la formazione allenata da Giuseppe Incocciati l’appuntamento con la ventiseiesima giornata del girone B del campionato di Prima Divisione è posticipato per lunedì 14 marzo (inizio ore 20.45), data l’indisponibilità dello Stadio Flaminio che questo pomeriggio ospiterà il match Italia-Francia valido per il Sei Nazioni di rugby. Prevista la diretta tv con le telecamere di Raisport 1. 
 
Classifica alla mano, questo dovrebbe essere un turno alla portata di capitan Ambrosi e compagni. Il Viareggio infatti occupa al momento il penultimo posto del girone, staccato di 14 punti dai rivali. Ma nello spogliatoio capitolino, più che sugli avversari, si preferisce concentrarsi sulla propria condizione atletica e mentale. L’obiettivo per i biancoblu è ottenere la migliore posizione possibile in chiave play-off. Al momento la formazione di mister Incocciati è al quarto posto, con la Juve Stabia, terza, a una sola lunghezza di distacco.
 
A descrivere il momento in casa Atletico è la punta Raffaele Franchini. «Affrontiamo una squadra giovane e veloce – commenta il giocatore -. Anche se tecnicamente sono inferiori, possono metterci in difficoltà. Se però ritroviamo il gioco espresso sino a due mesi fa non ci saranno problemi». Reduce da cinque sconfitte consecutive, il primo posto sembra ormai perso per la compagine romana. «Abbiamo attraversato un periodo difficile – conferma l’attaccante -, ma già contro la Nocerina ci sono stati passi in avanti che ci hanno fatto acquistare una nuova convinzione. L’obiettivo del primo posto ormai è andato, da adesso in poi puntiamo ad arrivare più in alto possibile».
 
Ex di turno, Raffaele è stato uno degli artefici della promozione in Prima Divisione del Viareggio nella stagione 2008-2009. «Ero andato li per centrare la salvezza ed è finita che siamo arrivati secondi, promossi in C1 tramite i ripescaggi, con 10 gol miei – termina Franchini -. Penso di aver lasciato un bel ricordo».