La Roma di Montella pronta al decollo

0
32

È una squadra totalmente allo sbando quella che domani il 36enne Vincenzo Montella, nuovo tecnico giallorosso, dovrà guidare nel difficile recupero contro un Bologna in grande forma.

L’Aeroplanino, che si ritrova ad allenare i ragazzi con cui giocava fino a un anno e mezzo fa, è consapevole del difficile ban­co di prova. Sa bene che nel mirino della nuova proprietà ci sono allenatori del calibro di Carlo Ancelot­ti e Andrè Villas Boas, pronti a sostituirlo in caso di fallimento. Ne era consapevole quando ha accettato l’incarico. Ma è intenzionato a giocarsi le sue chance: "Ora lavoriamo tutti insieme, le  scelte saranno le mie, perché se sbaglio anche la responsabilità lo sarà. Ascolterò tutti ma ho il mio ruolo, e devo decidere".

E, di prendere decisioni, il neotecnico sembra davvero non avere paura se è vero, come pare, che nella partita contro il Bologna lascerà in panchina il bomber Borriello. Montella, solitamente amante del gioco offensivo (è col 4-4-3 zemaniano che faceva giocare i suoi Giovanissimi), nel recupero di domani sembra infatti orientato ad adottare il 4-2-3-1 di Spalletti, con Totti unica punta. Alle spalle del Capitano ci dovrebbero essere Vucinic, Simplicio e Menez. A centrocampo, infortunato Perrotta, De Rossi dovrebbe essere affiancato da Pizarro. Difesa con Cassetti, Mexes, Juan e Riise e possibile ritorno in porta di Doni a scapito di Julio Sergio. Un esordio, dunque, non privo di rischi per il tecnico giallorosso che tenterà, come ai bei tempi, di far decollare la sua squadra. (5web)