Monterotorondo-Zagarolo: 1-1

0
31

 

Finisce in parità il derby tra Monterotondo e Zagarolo al termine di un match equilibrato e ben giocato da entrambe le squadre. Zagarolo che arriva al Cecconi senza alzare le barriere, legittimando il vantaggio al 32' della prima frazione quando Amassoka capitalizza di potenza l'assist di Carboni. Gli eretini in formazione rimaneggiata (con le assenze di Cantile, Del Vecchio, Masciantonio, Barbetti, Di Mauro e Bauco) cercano la via del gol con Mollo due volte: prima al 10' con una gran botta da fuori area e poi al 36' con un tocco morbido che si perde di un soffio oltre il palo.

«Abbiamo cominciato con un rombo a centrocampo – spiega l'allenatore dello Zagarolo Daniele Scarfini -, poi abbiamo visto che Parasmo sulla fascia spingeva e abbiamo fatto la stessa cosa anche noi con Carboni sull'altra corsia. Una scelta che ha portato al gol del vantaggio». Nonostante una buona prova i gabini non trovano nella ripresa il raddoppio al 27' con Carlini, e poi subiscono la rimonta del Monterotondo. Gli eretini prima recriminano per un fallo di mano in area di Frioni sul colpo di testa di Cirillo (27'), poi sfiorano il pareggio con Parasmo al 31' (salvato sulla linea da Nardi), trovando il pareggio con Mollo al 40' che di destro irrompe in area sull'assist di Cirillo.

«Eravamo in formazione largamente rimaneggiata soprattutto nel momento in cui bisognava fare qualche cambio – commenta mister Ferazzoli -, a questo bisogna aggiungere la buona prova dello Zagarolo. Faccio i complimenti ai ragazzi ai quali non posso rimproverare nulla. Non c'è niente di sbagliato se dico che meritavamo di vincere e che c'erano due rigori per noi». «E' stata una bella partita nella quale potevano vincere entrambi – conclude Scarfini -. Un risultato giusto arrivato al termine di un match in cui si sono viste delle buone giocate. Devo riconoscere che il Monterotondo ha meritato il pareggio. Siamo comunque soddisfatti, ci teniamo questo punto e andiamo avanti».

 

Mauro Cifelli