Sei Nazioni, torna il grande Rugby

0
62

 

Le tribune del Flaminio sono pronte a gremirsi di nuovo per ospitare la grande festa del Sei Nazioni. E l'Italia, sempre alla ricerca della vittoria in casa, si prepara con il ritiro del ventisette gennaio alla prima grande sfida, quella contro l'Irlanda del 5 febbraio. Una settimana dopo sarà la volta dell'Inghilterra. Nick Mallett, coach della squadra italiana ha convocato in ritiro alla Borghesiana 24 giocatori, più o meno lo stesso gruppo coinvolto a novembre scorso.

«Le partite di novembre hanno ribadito la qualità di questo gruppo e credo sia giusto confermare chi ha fatto bene a novembre, offrendo al tempo stesso una possibilità di entrare a far parte della squadra, nell'anno dei Mondiali, a due atleti come Rouyet e Burton che stanno giocando una buona stagione in Magners League con la Benetton Treviso» ha spiegato il ct Nick Mallett commentando le convocazioni.

E così ci saranno il pilone destro Ignacio Rouyet e il mediano d'apertura Kris Burton, insieme a Cittadini e Bocchino inseriti nella rosa dell'Italia "A" che proprio prima dell'incontro del "Sei nazioni"saranno coinvolti in un piccolo tour nel Regno Unito contro England Saxons (Worcester, 29 gennaio) e Scozia "A" (Galashiels, 4 febbraio). Rientrano il tallonatore e vice-capitano Leonardo Ghiraldini e il centro Gonzalo Garcia recuperato dall'infortunio alla spalla.  

Il coach sudafricano ha poi aggiunto: «Anche chi ora è rimasto fuori o fa parte del gruppo a disposi- zione del tecnico della "A" Gianluca Guidi deve farsi trovare prontoper aggregarsi alla Nazionale maggiore qualora ve ne sia neces-sità. E' da questo gruppo allargato che sceglieremo i trenta uomini per la Coppa del Mondo». Convocati: Castrogiovanni, Lo Cicero, Perugini, Rouyet, Ghiraldini, Ongaro, Dellapè, Del Fava, Geldenhuys, Barbieri, Derbyshire, Parisse, Zanni, Canavosio, Gori, Burton, Mclean, Orquera, Benvenuti, Mirco Bergamasco, Canale, Garcia, Masi e Sgarbi. (5web)