Serie A2/A, Brillante perde di misura

0
77

 

La Brillante Roma di Salvatore Zaffiro ha ceduto di misura sul campo marchigiano della F&G Futsal Samb. Un 3-2 amaro per i romani, visto che la gara era sicuramente alla loro portata. Il risultato permette poi al Pesaro di scavalcare i capitolini, a cui non sono bastate le reti negli ultimi 40 secondi di gara di Goldoni ed Edinho. I padroni di casa, infatti, avanti per 3- 0 hanno mollato la presa solo nel finale.

Dopo la vittoria casalinga con il Pescara del 5 gennaio, è un nuovo stop per la Brillante, agganciata anche dall'Aosta a quota 19 punti. La squadra di Zaffiro manca quindi di continuità nei risultati: «La partenza non è stata bellissima – spiega il tecnico -, ma poi siamo riusciti a costruire delle buone azioni e a gestire la gara, ma non abbiamo sfruttato le occasioni create».

La gara è rimasta in equilibrio fino al 15' della ripresa, e tutto si è scatenato negli ultimi cinque minuti. «Noi abbiamo sprecato molto nella ripresa – aggiunge il tecnico capitolino -, e abbiamo com- messo qualche errore che abbiamo pagato a caro prezzo». Zaffiro infatti dopo aver subito il primo gol ha utilizzato il portiere di movimento, ma la mossa non ha prodotto l'effetto sperato, anzi la Brillante ha incassato altre due reti. I ragazzi del presidente Di Gianvito hanno reagito, ma purtroppo è stata un reazione tardiva che ha prodotto i suoi effetti sono nell'ultimo giro di lancette.

Due i gol segnati nel giro di pochi secondi, è mancato quello del possibile pareggio. Salvatore Zaffiro prova ad analizzare la stagione della Brillante. «Sono arrivato in estate e quando si cambia tecnico è difficile apprendere e mettere in pratica subito i nuovi meccanismi di gioco. Credo ci serva tempo e magari il prossimo anno con qualche altro innesto di qualità questo gruppo potrà fare tutto un altro campionato».

Per ora la ricetta è quella di continuare a lavorare partita dopo partita, cercando di mettere da parte più punti possibili. Il prossimo avversario per i romani sarà il Gruppo Fassina, un match difficile da affrontare in casa senza lo squalificato Cerutti.