Pomezia, licenziamento per i dipendenti dell’Università

0
115

E’ arrivata in queste ore, con data 14 Febbraio, la lettera di licenziamento per i dipendenti del Consorzio per l’Università di Pomezia, per il quale l’Amministrazione comunale lo scorso agosto aveva deciso di trasformare il concordato preventivo in continuità nello scioglimento del Consorzio stesso.

LA LETTERA – Il nuovo Presidente del Consorzio, Dott. Massimiliano Brignola, ha fatto recapitare a tutte le sigle sindacali, alla direzione provinciale del lavoro di Roma, all’Ufficio territoriale di Pomezia, al Dipartimento Funzione Pubblica, alla Regione Lazio (Assessorato lavoro politiche-sociali) e al Comune di Pomezia, la raccomandata A.R. che ha come contenuto la comunicazione di apertura della procedura di licenziamenti per la riduzione del personale, specificando che la procedura riguarderà 18 unità dei 21 dipendenti assunti a tempo indeterminato. I tre dipendenti residui, per “adeguata professionalità”, rimarranno invece a disposizione del Consorzio per la fase della liquidazione, che avrà inizio il 1 Luglio, per un periodo di circa 18 mesi, dopo i quali verranno espletate anche per loro le procedure di licenziamento.

ECCEDENZA DI PERSONALE – Il motivo specificato per i licenziamenti è una situazione di eccedenza di personale che si riconduce essenzialmente alla volontà del Consorzio di cessare le proprie attività e di procedere alla liquidazione, dichiarando, inoltre, l’impossibilità di porre rimedio al licenziamento e alla messa in mobilità delle 18 unità in quanto “non esiste un’altra unità produttiva nella quale collocare i dipendenti”.

LE PROTESTE – La notizia non è certo inattesa per i lavoratori, che contestano la mancanza di volontà di programmare misure per fronteggiare le conseguenze sul piano sociale dei licenziamenti dei lavoratori ritenuti in esubero, per i quali la Società sostiene di non trovare “la possibilità di riallocazione”, limitandosi così ricorso alla mobilità del personale delle partecipate pubbliche. La cessazione delle attività del Consorzio sono state fissate per il 30 giugno, come specificato dal Piano di Concordato. «È volontà di una parte del personale del Consorzio per l’Università di Pomezia – hanno dichiarato alcuni lavoratori – adire le competenti Autorità Giudiziali a tutela dei propri diritti, conferendo mandato all’Avv. Prof. Piero Lorusso».

RICEVI TUTTE LE NOTIZIE SU POMEZIA DIRETTAMENTE NELLA TUA MAIL

[wpmlsubscribe list=”37″]