Dalla Regione Lazio 180 nuovi posti di lavoro

0
118

Ammontano a 544mila euro i primi due finanziamenti della Regione Lazio per la formazione professionale on demand, grazie a cui saranno creati 180 nuovi posti di lavoro. Ad aggiudicarseli sono stati  “Cinecittà parchi” a cui sono andati 356mila euro per la formazione di 300 aspiranti lavoratori tra manutentori, operatori e addetti alle attrazioni, personale delle vendite, attività di cucine e ristorazione. A Costa Crociere sono arrivati 188mila euro per 60 aspiranti lavoratori tra tecnici, allievi cuochi e photo editor.

IL BANDO ON DEMAND – Nel primo caso sono attese 150 assunzioni e 30 nel secondo. Hanno presentato le novità Nicola Zingaretti, il suo vice Massimiliano Smeriglio, il consigliere di Cinecitta” Parchi, Luigi Abete, e la responsabile alla selezione del personale di Costa Crociere, Katia Gallinella. Il bando ”on demand” della Regione Lazio stanzia complessivamente 2 milioni di euro per 1.400 persone da formare e 700 future assunzioni. Lo scorso 19 dicembre 2013 si è chiusa la prima tranche di finanziamento del bando per finalizzata ai  disoccupati  per favorire la formazione di lavoratori con percorsi che portino all’assunzione.

I PERCORSI DI FORMAZIONE – I percorsi di formazione si basano su un cofinanziamento da parte delle aziende che richiedono l’accesso al finanziamento  secondo le loro dimensioni delle aziende stesse. Le aziende per accedere al finanziamento dovranno assumere almeno il 50% dei frequentanti i corsi. Le prossime scadenze sono fissate al 26 marzo, 18 aprile, 29 maggio e 20 giugno. «Sono bandi che aiutano le imprese  che vogliono assumere a formare il personale da assumere – ha detto il governatore. . In questo caso parliamo di oltre 180 possibilità di impiego in due grandi società, un parco a tema che sta aprendo e un grande attore internazionale della crocieristica come Costa Crociere. Noi non ci rassegniamo alla retorica della crisi – ha aggiunto-  e attraverso la politica economica che abbiamo messo in campo stiamo rilanciando la nostra economia e in questo caso il lavoro. Questo deve fondarsi su un rapporto nuovo tra il pubblico e il privato, che non deve essere segnato dalle lungaggini dalla burocrazia o peggio a volte dalla corruzione»

RICEVI TUTTE LE NOTIZIE SULLA REGIONE LAZIO DIRETTAMENTE NELLA TUA MAIL

[wpmlsubscribe list=”51″]