Regione Lazio: Zingaretti lancia Eterna scoperta, marchio del turismo

1
125

«Il Lazio ha bellezze inestimabili, eppure spesso sono rimaste spesso nell’ombra. Noi abbiamo deciso di avviare una nuova strategia che esalti le tante attrazioni culturali, ambientali, enogastronomiche e artigianali». ;o ha spiegato oggi il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti alla presentazione del nuovo logo e del pay off della campagna di promozione turistica della nostra regione mercoledì pomeriggio al Museo dell’Ara Pacis a Roma.

IL CONCORSO. «Il logo l’abbiamo selezionato con il metodo che più ci piace, con un concorso per giovani creativi. Ecco i vincitori, selezionati tra 111 partecipanti – ha spiegato lo stesso presidente – Vogliamo accendere la curiosità sulla qualità, la bellezza e le tante cose che si possono scoprire uscendo da Roma: dai borghi alle aree archeologiche, fino ai siti Unesco. Il logo è formato da quattro immagini: sole, mare, archeologia e gastronomia, posizionati come il profilo geografico del Lazio. A unire le quattro parti una spirale che racchiude le tante particolarità della regione. Lo slogan è ‘Eterna scoperta’».  Per Eugenio Patanè, presidente della commissione cultura alla Pisana «”Lazio, eterna scoperta” è un pay off che sembra cucito su misura per una regione come la nostra, fonte di inesauribili attrazioni turistiche, bellezze naturali e storiche presenti non solo nella capitale ma in tutti i territori laziali. Così come il nuovo logo è emblema efficace dell’integrazione della nostra offerta turistica.

LA STRATEGIA. «Abbiamo avviato una strategia che vuole valorizzare il turismo di Roma e del Lazio in una visione integrata, dai borghi all’enogastronomia, al turismo sostenibile, itinerante, e mi sembra che le scelte fatte oggi in termini di comunicazione vadano nella giusta direzione». «Siamo un territorio di eccellenze, in cui è fondamentale fare sistema, in questi mesi abbiamo lavorato per dare raggiungere risultati importanti, ad esempio innovando, all’insegna della semplificazione e della trasparenza dei prezzi, la legge sull’offerta turistica del Lazio, dando nuove regole agli agriturismi. Adesso bisogna continuare su questa strada, scegliendo le forme e i modi migliori attraverso cui la bellezza dei borghi, dei siti archeologici, delle aree Unesco, possano essere adeguatamente valorizzati e conosciuti» conclude Patanè.

RICEVI TUTTE LE NOTIZIE SU REGIONE LAZIO DIRETTAMENTE NELLA TUA MAIL

[wpmlsubscribe list=”51″]

1 COMMENTO

Comments are closed.