Rifiuti di Civitavecchia ad Albano. Quelli di Guidonia a Frosinone

0
77

La Regione Lazio, in attuazione della Circolare del Ministero dell’Ambiente e per superare le criticità presenti da tempo nella gestione del ciclo dei rifiuti dei comuni della Provincia di Roma, ha deciso di non rinnovare l’ordinanza in scadenza il prossimo 12 di febbraio per la discarica de l’Inviolata. Nell’ordinanza regionale si obbligava il gestore del sito dell’Inviolata a realizzare l’impianto di Tmb, autorizzato nel 2010, e i 51 Comuni del comprensorio a promuovere la raccolta differenziata Porta a Porta o almeno a separare l’umido.

ULTIMATUM IL 14 MARZO– La Regione è stata informata dal gestore, in prossimità della scadenza dell’ordinanza stessa, che l’impianto di Tmb sarà realizzato entro il prossimo 14 marzo. Quindi, in via temporanea e per il tempo utile al completamento dell’impianto, sarà necessario utilizzare un sito alternativo per il solo trattamento. La Regione, pertanto, ha supportato i comuni nell’individuazione di impianti con le necessarie autorizzazioni e con capacità sufficiente nel rispetto delle normative nazionali ed europee che fanno riferimento al principio di prossimità. Previsioni contenute anche nel Piano regionale vigente secondo il quale, nel caso di indisponibilità di impianti per il trattamento o lo smaltimento, i Comuni devono trovare una soluzione prima di tutto nel proprio Ato di riferimento, altrimenti negli Ato limitrofi. Dal prossimo mercoledì 13 febbraio, pertanto, tutti i rifiuti dei 51 Comuni che conferiscono a l’Inviolata potranno essere trattati a Colfelice, per essere poi smaltiti nel sito di Guidonia che dispone ancora di volumetrie sufficienti per gestire la fase transitoria in attesa del completamento del Tmb. Stessa situazione per la discarica di Civitavecchia.

AUMENTANO I CAMION AD ALBANO – Da oggi, infatti, e per un periodo di tempo transitorio, i rifiuti di Civitavecchia vengono inviati all’impianto di Albano per il trattamento. Gli scarti tornano poi indietro nel proprio sito di smaltimento, in attesa che al gestore venga approvato il progetto presentato per la realizzazione di un impianto di trattamento, così come prevede la legge.

RICEVI TUTTE LE NOTIZIE SU ALBANO DIRETTAMENTE NELLA TUA MAIL

[wpmlsubscribe list=”11″]

 

 

RICEVI TUTTE LE NOTIZIE SU GUIDONIA DIRETTAMENTE NELLA TUA MAIL

[wpmlsubscribe list=”4″]