Arte e natura, Subiaco tra i borghi più belli d’Italia

0
117

Subiaco è il tredicesimo borgo laziale che entrerà a far parte della prestigiosa e speciale classifica del club de “I Borghi più Belli d’Italia”. Nata nel 2001 su impulso della Consulta del Turismo dell’Associazione dei Comuni Italiani (Anci) con lo scopo di valorizzare il grande patrimonio di storia, tradizioni, arte, cultura ed ambiente dei piccoli centri italiani.

PATRIMONIO DI ARTE E TRADIZIONI – Per avere la possibilità di essere inseriti le cittadine debbono, oltre ad avere un patrimonio di arte e tradizioni, rispondere a dei requisiti di vivibilità del borgo in termini di attività e di qualità dei servizi al cittadino. Il 1 marzo alle 10.30, Umberto Forte direttore del club “I Borghi più belli d’Italia” consegnerà al sindaco di Subiaco, Francesco Pelliccia, l’attestato e la bandiera del prestigioso riconoscimento che fino ad oggi è stato assegnato a 217 borghi italiani.

LE BELLEZZE – Subiaco è il centro più grande dell’alta Valle dell’Aniene e si trova all’interno del Parco Naturale Regionale dei Monti Simbruini l’area protetta più estesa del Lazio. Numerose sono le attrattive culturali, a iniziare dai monasteri benedettini di Santa Scolastica e San Benedetto, luoghi ricchi di arte e testimoni della lunga storia di questi luoghi.
Il territorio di Subiaco fu anticamente abitato degli Equi i quali, dopo una serie di battaglie, furono definitivamente sottomessi nel 304 a.C. dai Romani. A seguito dell’occupazione, Roma si interessò dell’alta Valle dell’Aniene per realizzare grandiose opere idriche.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI CINQUE QUOTIDIANO

[wpmlsubscribe list=”9″]