Maltempo, Raggi: «Il sistema fognario non regge»

0
254

“Su quanti i tombini siamo intervenuti? La cifra potremmo comunicarla a breve, stiamo facendo una ricerca Municipio per Municipio. Su 800.000 manufatti 720.000 sono dei Municipi e 80.000 del Simu. Il conteggio non è assolutamente agevole. Noi siamo intervenuti ma c’è ancora moltissimo da fare. Abbiamo avviato un lavoro l’anno scorso ma servirà tempo per poterlo monitorare uno ad uno”. Lo ha detto la sindaca di Roma Virginia Raggiin merito all’ondata di maltempo che ha colpito la Capitale, a margine della sigla dell’accordo di collaborazione con il ministero della Giustizia e la Regione Lazio per la ristrutturazione dell’ex Gil di Ostia.

“Le immagini più significative sono quelle dei tombini che sputano fuori acqua. Forse c’è da fare un’altra riflessione: probabilmente il sistema fognario di Roma non è attrezzato per eventi di questa portata e di questa violenza – ha aggiunto la sindaca. “Questi nubifragi che purtroppo iniziano ad essere sempre più frequenti, indice di un cambiamento climatico in atto, diventeranno sempre più frequenti. Ci stiamo attrezzando, abbiamo sottoposto alla Regione un piano di assetto idrogeologico, che spero che a breve venga sottoscritto, stiamo riattivando l’ufficio sul dissesto idrogeologico e dovremmo ripensare completamente a rivedere il sistema fognario perché evidentemente i mutamenti climatici ci mettono davanti esigenze per le quali il nostro Paese non è preparato. Quello che abbiamo visto in questi giorni alcune città è drammatico. Tutte le istituzioni devono fare una riflessione insieme sul dissesto ideologico, ciascuno facendo la propria parte” ha sottolineato Raggi.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

È SUCCESSO OGGI...