Comune di Roma, Ignazio Marino alle Iene: tornelli in tutti gli uffici

0
112

«Abbiamo preso la decisione con il vicesindaco Nieri, che ha la delega al Personale, e adesso impianteremo i tornelli in tutti i luoghi di lavoro dove si svolge l’attività dei dipendenti. Questo non è che ridurrà, ma eliminerà un fenomeno sgradevole».

LE IENE – Lo ha detto il sindaco di Roma, Ignazio Marino, fermato dalla troupe della trasmissione “Le Iene” – che nelle scorse settimane aveva realizzato un servizio in cui si denunciavano alcuni dipendenti comunali “infedeli”  che timbravano il cartellino e poi lasciavano l’ufficio – all’ingresso del Teatro Quirinetta di via Minghetti, dove il primo cittadino si è recato per partecipare all’assemblea di Green Italia.

I VIDEO – «Voi avete documentato molte situazioni – ha aggiunto Marino rivolgendosi agli inviati – ma io resto convinto che anche se fossero alcune decine, 25 per esempio, sono comunque l’1 per mille dei dipendenti comunali: se ne avete trovati 50 siamo a circa il 2 per mille».

BASSA PERCENTUALE – E per il sindaco «un fenomeno che avviene nell’uno per mille è un fenomeno che avviene in maniera bassa». Perciò, ha concluso Marino, «gli uffici non sono vuoti, anche perchè 25mila persone in giro per Roma, che si muovono in gruppo, si noterebbero. Il problema lo risolviamo con i tornelli».

LA MAGLIETTA – All’uscita dal Teatro Quirinetta, poi, l’inviato de “Le Iene”, Filippo Roma, ha tentato di consegnare a Marino, con l’intento di fargliela indossare, una maglietta con su scritto “Odio i fancazzisti e chi non li sa controllare”. Il sindaco, incalzato fino all’auto che poi lo ha portato via, ha risposto negativamente: «Non la prendo perchè non uso parolacce». (Fonte Dire)

RICEVI TUTTE LE NOTIZIE SU CAMPIDOGLIO DIRETTAMENTE NELLA TUA MAIL

[wpmlsubscribe list=”8″]