Sulle strade distrutte Ignazio Marino si scontra con Acer e Authority

I danni ammonterebbero ad almeno 104 milioni e il comune cerca fondi per uscire dall'emergenza

0
116

Il sindaco Ignazio Marino si sente assediato da Giove Pluvio e cerca disperatamente di uscire da una situazione di emergenza, peraltro già chiesta al governo dal presidente Zingaretti, chiedendo di sforare il patto di stabilità come in pratica ha già fatto annunciando uno stanziamento straordinario di 10 milioni.

BUCHE E DANNI. Secondo stime del sindaco, ancora tutte da verificare, i danni ammontano a centinaia di milioni che oggi qualche giornale indicava in almeno 104. Visto poi lo stato disastroso delle strade che la “bomba d’acqua” ha notevolmente aggravato Marino ieri annunciava di voler usare il pugno duro con le aziende addette alla manutenzione delle strade della Capitale, meritandosi l’immediata replica dell’associazione dei costruttori romani (Acer).

I COSTRUTTORI. Perentoria la risposta presidente dell’associazione, Edoardo Bianchi, che in una nota rilanciava la palla. «Non è imputabile alle imprese incaricate della manutenzione lo stato di dissesto delle strade di Roma. Noi ci chiediamo se non sia proprio l’Amministrazione ad aver sbagliato, perchè da troppi anni, nonostante le nostre ripetute sollecitazioni, non investe in una seria manutenzione straordinaria delle strade cittadine».

L’AUTHORITY. Il tono ultimativo del sindaco chirurgo non è piaciuto nemmeno alla Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture, la quale ritiene che le leggi in materia esistono già ed anziché alzare i toni sarebbe opportuno verificare che vengano applicate. Per di più l’Authority annuncia anche  di aver  aperto un’a indagine per verificare se l’amministrazione capitolina ha attivato tutte le procedure per ripristinare le  opere «a seguito accertamento di vizi o difetti, in quanto la mancata attivazione delle suddette procedure configura un danno all’erario.» Il che suggerirebbe meno dichiarazioni ad effetto e più ponderazione delle responsabilità dopo quasi nove mesi di governo della macchina capitolina.

RICEVI TUTTE LE NOTIZIE SU CAMPIDOGLIO DIRETTAMENTE NELLA TUA MAIL

[wpmlsubscribe list=”8″]

È SUCCESSO OGGI...

roma

La truffa dei finti poliziotti: un altro caso a Roma

Con tanto di lampeggiante blu sul tettino, in piena notte, fermavano le auto in transito a Tor Bella Monaca e, spacciandosi per poliziotti, fingevano di effettuare dei controlli,  depredando le persone dei loro averi. Quando sono...
Legacoop Lazio ha scritto una lettera aperta alla sindaca Virginia Raggi per chiederle un confronto sulle recenti decisioni della Giunta (Foto Pizzi)

La democrazia partecipata non è solo un click dei 5stelle

Una nota della sindaca Virginia Raggi e dei consiglieri del M5S di Roma Capitale annuncia che, dopo 23 anni dall’ultimo regolamento in materia di partecipazione popolare, è stata presentata una proposta di delibera di...
Magic, i più grandi illusionisti del mondo si ritrovano a Roma

Magic, insieme a Roma i più grandi illusionisti del mondo

Una strana coppia formata da un baro e una fioraia. Una misteriosa incantatrice di maschere proveniente dall’Estremo Oriente. E un “prestigiatore” di laser 3D che con le mani riesce a far danzare la luce....
acea

Acea, eletto nuovo cda: Lanzalone presidente

L'assemblea degli azionisti di Acea ha nominato il nuovo Cda dell'azienda, a 9 componenti, per il prossimo triennio. Per la lista del Campidoglio, che possiede il 51% delle azioni, sono stati eletti Luca Lanzalone...

Chiude la figlia in macchina e va a giocare alle slot machines

In preda alla febbre del gioco, ha preso l'auto della donna per cui lavora come badante, ha parcheggiato nei pressi di un bar di Villanova di Guidonia, chiuso la figlia di 7 anni in...