Sulle strade distrutte Ignazio Marino si scontra con Acer e Authority

I danni ammonterebbero ad almeno 104 milioni e il comune cerca fondi per uscire dall'emergenza

0
185

Il sindaco Ignazio Marino si sente assediato da Giove Pluvio e cerca disperatamente di uscire da una situazione di emergenza, peraltro già chiesta al governo dal presidente Zingaretti, chiedendo di sforare il patto di stabilità come in pratica ha già fatto annunciando uno stanziamento straordinario di 10 milioni.

BUCHE E DANNI. Secondo stime del sindaco, ancora tutte da verificare, i danni ammontano a centinaia di milioni che oggi qualche giornale indicava in almeno 104. Visto poi lo stato disastroso delle strade che la “bomba d’acqua” ha notevolmente aggravato Marino ieri annunciava di voler usare il pugno duro con le aziende addette alla manutenzione delle strade della Capitale, meritandosi l’immediata replica dell’associazione dei costruttori romani (Acer).

I COSTRUTTORI. Perentoria la risposta presidente dell’associazione, Edoardo Bianchi, che in una nota rilanciava la palla. «Non è imputabile alle imprese incaricate della manutenzione lo stato di dissesto delle strade di Roma. Noi ci chiediamo se non sia proprio l’Amministrazione ad aver sbagliato, perchè da troppi anni, nonostante le nostre ripetute sollecitazioni, non investe in una seria manutenzione straordinaria delle strade cittadine».

L’AUTHORITY. Il tono ultimativo del sindaco chirurgo non è piaciuto nemmeno alla Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture, la quale ritiene che le leggi in materia esistono già ed anziché alzare i toni sarebbe opportuno verificare che vengano applicate. Per di più l’Authority annuncia anche  di aver  aperto un’a indagine per verificare se l’amministrazione capitolina ha attivato tutte le procedure per ripristinare le  opere «a seguito accertamento di vizi o difetti, in quanto la mancata attivazione delle suddette procedure configura un danno all’erario.» Il che suggerirebbe meno dichiarazioni ad effetto e più ponderazione delle responsabilità dopo quasi nove mesi di governo della macchina capitolina.

RICEVI TUTTE LE NOTIZIE SU CAMPIDOGLIO DIRETTAMENTE NELLA TUA MAIL

[wpmlsubscribe list=”8″]

È SUCCESSO OGGI...

Formello, litiga con vicino e spara

Un colpo di pistola a scopo intimidatorio è stato esploso ieri sera nel corso di una lite tra due vicini in località Le Rughe a Formello.   A litigare, da alcuni giorni, sono un 30enne ed...

Via di Portonaccio e la pioggia di multe sulla corsia preferenziale

La protesta sembra non avere fine e il numero delle sanzioni «continua ad aumentare. I cittadini confermano di sentirsi «truffati dal Comune di Roma, perché non si può cambiare un senso di marcia così...
Sgombero Polizia Locale Roma

Roma, nuovo sgombero dei rifugiati accampati a piazza Indipendenza

Nuovo sgombero in corso per i rifugiati accampati in p.za Indipendena davanti allo stabile di via Curtatone sgomberato giorni fa dalle forze dell'ordine. Dopo il completamento, annunciato ieri sera dal Campidoglio, del censimento delle...

Cerveteri, caso autovelox: assolti sindaco e assessori

Si chiude a Cerveteri il caso autovelox: con sentenza della Corte dei Conti è stata assolta la giunta comunale che il 21 maggio 2014 aveva affidato con delibera la gestione del rilevamento della velocità...

Alta tensione in piazza Indipendenza, rifugiati: «Non siamo terroristi»

Donne, bambini, giovani e meno giovani, tutti accampati sull'aiuola di piazza Indipendenza con la Polizia che li circonda in attesa di un nuovo sgombero dai giardini.   Con slogan urlati in faccia alle forze dell'ordine come...