Campidoglio, il Consiglio esamina le proposte della cittadinanza

0
43
     

Una sessione dell'Assemblea capitolina dedicata alle proposte di delibere di iniziativa popolare. E' la proposta del presidente del consiglio comunale Mirko Coratti accordata dai capigruppo dei vari partiti politici con la quale saranno discusse le proposte di delibera provenienti direttamente dai cittadini e rimaste sospese. Alcune proposte giacciono da anni, altre sono arrivate con la riforma dei municipi.

«Considerato che alcune proposte sono state presentate da oltre un anno ha spiegato Coratti – ritengo non più derogabile il loro esame nelle prossime sedute di Assemblea. Tempi e modalità dei lavori verranno discussi con i promotori delle proposte». Il presidente dell'Assemblea punta anche su questa iniziativa «per aprire una fase nuova di interazione tra l'istituzione comunale e i cittadini – ha spiegato il presidente dell'Assemblea – è necessario dare risposte puntuali a problemi e richieste e se necessario, come nel caso di Ostia, ribadire anche con la presenza nel territorio la vicinanza dell''amministrazione capitolina».

Vediamo dunque nel dettaglio alcune delle delibere che arriveranno all'attenzione dell'aula Giulio Cesare: istituzione del registro delle dichiarazioni anticipate di volontà relative ai trattamenti sanitari, il cosiddetto testamento biologico; la proposta di annullamento dell'ordinanza per la realizzazione del parcheggio a via Enrico Fermi e una per il riconoscimento e la regolamentazione delle unioni civili.

LEGGI ANCHE: Dopo i fori imperiali, tridente pedonale: sondaggio tra i cittadini, battaglia aperta

Spazio anche all'attualità, con le delibere – che a differenza delle precedenti hanno già incassato il parere favorevole degli uffici competenti – sull'avvio del percorso "verso rifiuti zero" con l'incremento della differenziata spinta (a firma di Silvio Talarico e altri) e sugli "Indirizzi al sindaco e alla Giunta per la pedonalizzazione di via dei Fori Imperiali e dell'intera piazza del Colosseo, anche dal lato di via Labicana e di via di San Gregorio», a prima firma del consigliere regionale Cristiana Avenali.